in

Cate Blanchett, incidente con la motosega: «Una ferita alla testa, ora sto bene»

Avrebbe potuto trasformarsi in tragedia l’isolamento forzato a causa del Coronavirus per Cate Blanchett, che si è imposta all’attenzione di tutto il mondo per il ruolo di Elisabetta I d’Inghilterra in Elizabeth (1998), per cui ha ottenuto la sua prima nomination agli Oscar. L’attrice, famosa soprattutto per aver interpretato Galadriel nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbitha raccontato durante un podcast sul sito del King’s College con la ex premier australiana Julia Gillard di aver rischiato parecchio per via di un incidente con una motosega.

leggi anche l’articolo —> Filippo Nardi: «Senza lavoro dopo il Coronavirus. Le mie entrate sono a zero»

cate Blanchett

Cate Blanchett, incidente con la motosega: «Una ferita alla testa, ora sto bene»

«Sto bene. Ho avuto un incidente con una motosega, che può sembrare molto emozionante, ma non lo è stato», ha spiegato l’attrice, che ha trascorso la quarantena nella sua dimora situata nel Sud dell’Inghilterra. La 51enne vive, infatti, con la famiglia a pochi passi  dalla cittadina di Tunbridge Wells, nel Kent. «A parte una piccola ferita alla testa, sto bene», ha ribadito la diva per tranquillizzare i suoi fedeli ammiratori. Una rivelazione inaspettata arrivata a diverse settimane di distanza dall’incidente, che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi. Mentre parlava con Julia Gillard della quarantena e delle attività svolte per trascorrere il tempo, Cate Blanchett ha confidato per la prima volta l’episodio che avrebbe potuto costarle caro. A racconto terminato l’ex premier australiana ha voluto stemperare la tensione dicendo: «La tua testa è molto famosa. E non penso che la gente vorrebbe vederla senza un pezzetto». E ha ragione: quello di Cate Blanchett è un curriculum di tutto rispetto, variegato e pieno di riconoscimenti.

cate Blanchett

«Non penso che la gente vorrebbe vedere la tua testa senza un pezzetto»

Nella sua lunga carriera Cate Blanchett ha vinto due volte premi Oscar. Oltre alla già citata regina Elizabeth, è stata Katharine Hepburn in The Aviator di Martin Scorsese. Tra gli altri film degni di nota Blue Jasmine di Woody Allen e Carol di Todd Haynes. Tanti i premi, tra cui tre Golden Globe, tre premi BAFTA, tre Screen Actors Guild Awards, tre Critics Choice Awards e una Coppa Volpi al Festival di Venezia. Nel 2017 la Regina Elisabetta II l’ha nominata compagno dell’Ordine dell’Australia per i servizi fatti in ambito artistico, umanitario e a sostegno dell’ambiente. leggi anche  —> Sinisa Mihajlovic, la figlia Viktorija: «Mesi difficili, ora stiamo tornando a respirare»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Usa, nuovo video di afroamericano ucciso dalla polizia a Tacoma

bonus animali

Bonus animali domestici: un assegno una tantum per gli amici a quattro zampe