in

Sinisa Mihajlovic, la figlia Viktorija: «Mesi difficili, ora stiamo tornando a respirare»

Sinisa Mihajlovic sta meglio. La figlia del campione, Viktorija, in un’intervista al programma I Lunatici su Rai Radio 2 ha raccontato che finalmente la sua famiglia può guardare al futuro. «Stiamo tornando a respirare, ci stiamo godendo papà», queste le toccanti parole di Viktorija Mihajlovic che ha parlato della malattia dell’allenatore ed ex calciatore, il quale aveva confessato nei mesi scorsi di essere affetto da leucemia.

leggi anche l’articolo —> Filippo Nardi: «Senza lavoro dopo il Coronavirus. Le mie entrate sono a zero»

Mihajlovic-

Sinisa Mihajlovic, la figlia Viktorija: «Mesi difficili, ora stiamo tornando a respirare»

«Sono stati mesi molto difficili. Questo è un periodo felice, è come se trattieni il fiato e poi riprendi aria. (…) Wuesti mesi in cui siamo stati tutti chiusi in casa abbiamo passato due mesi interi insieme a lui. Per noi è stata una cosa nuova, lui per il suo lavoro stava sempre in giro. Io non sono mai stata una ragazza molto affettuosa. Quando capita una cosa del genere inizi a pensare che avresti potuto comportarti differentemente in tante situazioni e cerchi di recuperare», ha spiegato la figlia di Sinisa Mihajlovic, che dal 1995 è sposato con Arianna Rapaccioni da cui ha avuto sei figli: Virginia, Marco, Viktorija, Dušan, Nicholas e Miroslav. «Ci siamo uniti tutti tantissimo. E ho capito mio papà. Quando mi sgridava, mi metteva in punizione. Ho capito tante cose…», ha confessato la figlia dell’ex calciatore, che ha poi svelato come ha saputo della malattia del padre.

Sinisa Mihajlovic-

«Ecco come ho scoperto della malattia di papà»

«Papà lo sapeva già da due giorni, non ci aveva detto nulla. Doveva partire per il ritiro, ma ci disse che non sarebbe andato perché aveva un po’ di febbre. Poi lo ha detto a mia mamma e mia madre lo ha detto a noi. Quando abbiamo saputo della leucemia ero molto arrabbiata. Continuavo a chiedermi perché una cosa del genere era capitata a noi. Quello è stato un momento difficile. Adesso che sono finiti i cicli sicuramente è un periodo che fa un po’ meno paura. Anche se è una cosa lunga, tu devi imparare a conviverci con questo peso dentro», ha confessato Viktorija Mihajlovic, che ha dedicato un libro al padre. Un modo per restituire al pubblico un ritratto a 360° dell’ex calciatore e allenatore: «Volevo far conoscere il suo lato più umano, buono, generoso e sensibile. Raccontare il Sinisa che mi fa le trecce prima di andare a scuola, o che fa il buffone per farmi ridere quando torna a casa». Eh già, il vero Mihajlovic lo conoscerebbero in pochi: «Le mie amiche sono in soggezione, quando le invito a cenare a casa mi dicono che se c’è Sinisa vengono dopo cena. Lui non ti mette molto a tuo agio, rimane un po’ freddo, o anche quando fa la battuta, magari viene male e devi ridere per forza. Lo stesso vale anche per i fidanzati. Da piccola era molto geloso dei miei fidanzati, ma anche io ci mettevo del mio. Portavo a casa ragazzi un po’ bizzarri, diciamo così», ha confidato la figlia del 51enne croato. leggi anche l’articolo —> Sinisa Mihajlovic ha concluso il terzo ciclo di chemioterapia: «Finalmente si torna a casa»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

valentina chapellu usl

Valentina Chapellu muore a 17 mesi senza cure adeguate: l’Usl chiede alla famiglia di pagare il ticket

Usa, nuovo video di afroamericano ucciso dalla polizia a Tacoma