in

Cermenate, vasto incendio in una ditta di rifiuti: chiuse le zone vicine [FOTO]

23 settembre 2021 – Incendio a Cermenate, in provincia di Como. Un rogo di vaste dimensioni è scoppiato in via Santa Maria in Campo, in un’azienda specializzata nel trattamento dei rifiuti. Il fatto è accaduto intorno alle 19.30 di ieri. Sul posto sono intervenuti prontamente i vigili del fuoco arrivati con 10 mezzi, con squadre provenienti da Como, Lomazzo, Cantù e Lazzate e altre due in supporto da Monza. Sul luogo anche i Carabinieri per i dovuti rilievi e accertamenti.

leggi anche l’articolo —> Siderno, incendio in un magazzino: in azione tre squadre dei Vigili del Fuoco

cermenate incendio

Cermenate, vasto incendio in una ditta di rifiuti: chiuse le zone vicine [FOTO]

Intervento d’urgenza dei Vigili del fuoco nella tarda serata di ieri, verso le 19.30, in un’azienda che tratta rifiuti non pericolosi in via Santa Maria in Campo a Cermenate. Stando alle prime informazioni riportate dai media locali il rogo si sarebbe sviluppato in un capannone, poi avrebbe interessato tutto il sito industriale, spingendo i Pompieri a chiudere le vie limitrofe. Sul posto, come scrive “Il Giorno”, sono giunti pure i tecnici di Arpa per i rilievi di competenza. Toccherà ai Carabinieri di Fino Mornasco accertare le vere cause dell’incendio. Nel rogo, fortunatamente, non avrebbe perso la vita nessuno. Non ci sarebbero feriti né intossicati.

cermenate incendio

Il sindaco: «Tenete chiuse le finestre»

La “Provincia di Como” scrive che “dovrebbe trattarsi di un incendio accidentale che ha interessato un grosso cumulo di carta e altri materiali di scarto, soprattutto plastica”. Ripetiamo però che soltanto i rilievi dei Carabinieri potranno accertare che il rogo non sia stato di natura dolosa, ma accidentale. Nella tarda notte le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco. La situazione ora sarebbe sotto controllo. Per motivi di sicurezza il sindaco di Lentate sul Seveso, Laura Ferrari, anche attraverso i social, ha invitato i cittadini a tenere le finestre chiuse. La colonna di fumo era visibile anche a vari km di distanza. Leggi anche l’articolo —> Covid oggi 4.061 casi e 63 morti, cala il numero dei ricoverati anche in intensiva

cermenate incendio

Seguici sul nostro canale Telegram

Mario Bozzoli processo al nipote, Giacomo difeso dal padre Adelio: «Mario era un po’ depresso in quel periodo»

stato mafia

Stato-Mafia, la rabbia del fratello dell’agente morto con Borsellino