in

Cesara Buonamici sposata con Joshua Kalman: «Stavo per farmi suora, poi papà…»

Cesara Buonamici, uno dei volti simbolo del TG5, per il quale lavora fin dal lancio avvenuto nel 1992, si è raccontata come mai prima d’ora in un’intervista concessa a “Tv Sorrisi e Canzoni”. Una chiacchierata che mostra il lato privato della popolare giornalista«Ero una bambina timida, che parlava poco ma ascoltava e leggeva molto». Da piccola non sognava di fare questo mestiere: «Volevo fare il medico, magari in una missione in Africa. Ero affascinata dalla vita di Florence Nightingale, la “signora con la lanterna”, un’infermiera inglese nata a Firenze che si dedicò interamente alla cura delle persone malate e indigenti».

leggi anche l’articolo —> Lilli Gruber si racconta: «Jacques è il mio grande amore, ci incontrammo a Baghdad!»

cesara buonamici

Cesara Buonamici sposata con Joshua Kalman: «Stavo per farmi suora, poi papà…»

Nel corso dell’intervista a “Tv Sorrisi e Canzoni” Cesara Buonamici ha confidato che ad un certo punto pensò addirittura di farsi suora: «Sì, è vero. Ho una famiglia molto religiosa, la mia tata carmelitana nei momenti di riposo tirava subito fuori il breviario nero e cominciava a pregare. E io con lei: non so dire quanti rosari in latino abbiamo recitato insieme! A un certo punto cominciai a essere un po’ ossessionata dal senso del peccato e fu mio padre, con grande dolcezza, ad aiutarmi a rimettere in ordine i miei pensieri». La passione per l’informazione ha poi prevalso: «Ero molto attratta dalle televisioni libere, locali, che stavano nascendo e più per curiosità che per altro mi presentai a un provino di Tele Libera Firenze. Quando mi telefonarono per dirmi che avevano scelto me, non ci potevo credere. Furono anni belli, divertenti, pieni di entusiasmo», ha affermato la Buonamici, che all’epoca era iscritta alla facoltà di Farmacia. 

cesara buonamici

Il segreto della loro unione? «Tanta autoironia e una gran dose di pazienza, da parte di entrambi»

Sempre a “Tv Sorrisi e Canzoni” la Buonamici ha parlato del lato divertente del suo lavoro«Quello della riunione con i colleghi e il direttore Clemente Mimun. Facciamo di tutto per non meritarci una delle sue proverbiali definizioni, quella di “Corpaccione inerte che non trova mai una notizia”». Il più stressante?«Quando si prepara uno speciale, se un ospite importante ti dà buca all’ultimo, se un collegamento salta. Insomma “il bello della diretta” certe volte è parecchio stressante», ha dichiarato la giornalista, che dal 1997 è accanto al medico israeliano Joshua Kalman. Lei stessa ha svelato il “segreto” della loro unione? «Tanta autoironia e una gran dose di pazienza, da parte di entrambi». Leggi anche l’articolo —> Chi è Serena Cappello, la moglie di Mario Draghi: insieme da oltre 50 anni

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Covid bollettino oggi 4 febbraio 2021

Covid, il bollettino di oggi: 13.659 nuovi casi e 421 morti, sale il tasso di positività

Chi è Marracash: vita privata e carriera del “King del Rap”