in

Chi è Roberto Mancini, vita privata e carriera: tutto sul CT della Nazionale Italiana

Roberto Mancini, CT della Nazionale Italiana, sarà ospite su Rai 1 insieme ai ragazzi convocati della serata evento per gli Europei di Calcio, intitolata “Notte azzurra”. La Rai ha deciso di augurare “buona fortuna” ai calciatori e ai tecnici con uno show tutto da vivere. In attesa di vederlo sul piccolo schermo, scopriamo qualcosa in più sia sulla sua vita privata che pubblica. Quanti anni ha Roberto Mancini? È sposato? Ha figli? Prima di allenare, in quali squadre ha giocato? Com’è nata la sua passione per il calcio? Ecco tutte le risposte a queste domande e tante altre curiosità.

Roberto Mancini

Chi è Roberto Mancini? La sua vita privata

Roberto Mancini è nato a Jesi, in provincia di Ancona nelle Marche, il 27 novembre 1964 ed è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista o attaccante, commissario tecnico della Nazionale Italiana. Ha quasi 57 anni, è alto 180 cm e pesa circa 78 Kg. È del segno zodiacale del Sagittario. A soli tredici anni venne segnalato a Marino Perani, all’epoca responsabile del settore giovanile del Bologna, che lo ingaggiò per 700.000 lire dopo un breve provino. Dopo tre anni trascorsi tra i Giovanissimi, a sedici anni Mancini esordì nella squadra Primavera. Poi nel 1981 esordì in Serie A nella gara Bologna-Cagliari. Il 22 febbraio 2001 si è ritirato dal calcio giocato una volta ricevuta la possibilità di allenare la Fiorentina. Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, Roberto dal suo primo matrimonio con Federica Morelli ha avuto tre figli: Filippo, Andrea e Camilla. La loro relazione è terminata con il divorzio nel 2015. Dal 2018 è sposato con Silvia Fortini. Il CT della Nazionale ha anche un profilo Instagram ufficiale (@mrmancini10).

ARTICOLO | “Notte azzurra”, la Rai augura buon fortuna alla Nazionale: tutte le curiosità sulla serata evento
ARTICOLO | Roberto Mancini matrimonio: il futuro C.T. della Nazionale italiana si sposa? Chi è la sua compagna (FOTO)

La sua carriera

Roberto Mancini, considerato uno dei migliori centrocampisti offensivi nella storia del calcio italiano, ha debuttato in Serie A con il Bologna nel 1981 per poi diventare negli anni a seguire un simbolo della Sampdoria. Dopo aver militato nel club genovese dal 1982 al 1997, ha militato per un triennio nella Lazio, per poi chiudere la carriera da calciatore con una breve parentesi nel Leicester City. Tra il 1984 e il 1994 ha fatto parte della Nazionale Italiana, con cui ha disputato da titolare il Campionato d’Europa 1988 e partecipato senza giocare al Campionato del Mondo 1990.  Avendo vinto sei volte la Coppa Italia, è il giocatore che, assieme a Gianluigi Buffon, ha conquistato più volte questo trofeo. A livello individuale si è aggiudicato due premi agli Oscar del calcio AIC 1997, risultando miglior calciatore italiano e miglior calciatore assoluto. Ritiratosi dal calcio giocato, ha intrapreso la carriera da allenatore. Mancini ha allenato diverse squadre, tra cui: Lazio, Fiorentina, Inter, City Manchester City, Galatasaray, Zenit San Pietroburgo e la Nazionale Italiana. >> Altri Gossip

draghi presidente della repubblica

Draghi al Colle “whatever it takes”, il retroscena: a suo favore non solo Salvini e Berlusconi

Il piccolo Eitan, l’unico sopravvissuto all’incidente della funivia, è ora fuori pericolo