in

Chi era Ayman al-Zawahiri, l’ex braccio destro di Bin Laden ucciso dagli Usa

Il leader di al Qaeda Ayman al-Zawahiri è stato ucciso nel corso di una operazione condotta dalla CIA, un attacco condotto con un drone all’alba di domenica 31 luglio  2022 a Kabul, capitale dell’Afghanistan. L’annuncio è stato dato dallo stesso Presidente Usa, Joe Biden. Al-Zawahiri, già braccio destro di Osama Bin Laden, era considerato l’attuale leader dell’organizzazione terroristica Al-Qaeda.

Ayman al-Zawahiri

Chi era Ayman al-Zawahiri

“Most wanted terrorist”. Ayman al-Zawahiri aveva una sua pagina dedicata sul sito della FBI americana, nella sezione dedicata ai terroristi più pericolosi ricercati in giro per il mondo. Primula rossa di Al-Qaeda, aveva almeno una decina di soprannomi o pseudonimi con cui veniva citato: Abu Muhammad, Abu Fatima, Muhammad Ibrahim, Abu Abdallah, Abu al-Mu’iz, The Doctor, The Teacher, Nur, Ustaz, Abu Mohammed, Abu Mohammed Nur al-Deen, Abdel Muaz, Dr. Ayman al Zawahiri.

Ayman al-Zawahiri, 71 anni, è stata una figura chiave dietro i molteplici piani terroristici contro gli Stati Uniti ed è stato “profondamente coinvolto” nella pianificazione degli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, ha detto il presidente Joe Biden.
“Le persone in tutto il mondo non hanno più bisogno di temere l’assassino vizioso e determinato. Gli Stati Uniti continuano a dimostrare la nostra determinazione e la nostra capacità di difendere il popolo americano contro coloro che cercano di farci del male”, ha detto Biden dal Blue Room Balcony della Casa Bianca.

11 settembre: Al Zawahiri, leader Al Qaeda, celebra l’anniversario con nuove minacce agli Usa

Nato nel 1951, al-Zawahiri è cresciuto in un quartiere dell’alta borghesia al Cairo, in Egitto, figlio di un eminente medico e nipote di rinomati studiosi. Zawahiri fu imprigionato per il suo coinvolgimento nell’assassinio nel 1981 del presidente egiziano Anwar Sadat. “Vogliamo parlare al mondo intero. Chi siamo? Chi siamo?” ha detto in un’intervista in carcere.

A quel tempo, al-Zawahiri, un giovane medico, era già un terrorista impegnato che per anni ha cospirato per rovesciare il governo egiziano e ha cercato di sostituirlo con il governo islamico fondamentalista. Ha appoggiato con orgoglio l’assassinio di Sadat dopo che il leader egiziano ha fatto pace con Israele.

Ayman al-Zawahiri con Osama Bin Laden

Ayman al Zawahiri e Osama Bin Laden

Al-Zawahiri ha lasciato l’Egitto nel 1985 e si è recato a Peshawar, in Pakistan, dove ha lavorato come chirurgo curando i combattenti che erano impegnati con le truppe sovietiche in Afghanistan.
È lì che al-Zawahiri ha incontrato Bin Laden, un importante leader dei Mujaheddin e che aveva anche lasciato un’educazione privilegiata per unirsi alla lotta in Afghanistan.

I due si sono avvicinati, legati dal loro comune legame di “arabi afgani”. Dopo essersi riuniti in Afghanistan, Bin Laden e Zawahiri sono apparsi insieme all’inizio del 1998 annunciando la formazione del Fronte islamico mondiale per la Jihad contro gli ebrei e i crociati, unendo formalmente la Jihad islamica egiziana e al Qaeda.

Al-Zawahiri è stato anche medico personale di Bin Laden. “Stiamo lavorando con il fratello Bin Laden”, ha detto nell’annunciare la fusione del suo gruppo terroristico nel maggio 1998. “Lo conosciamo da più di 10 anni. Abbiamo combattuto con lui qui in Afghanistan”. Insieme, i due leader del terrorismo hanno firmato una fatwa, o dichiarazione: “Il giudizio di uccidere e combattere gli americani ei loro alleati, siano essi civili o militari, è un obbligo per ogni musulmano”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Tim down oggi

Eros e italiani, un rapporto consapevole dopo decenni di pregiudizi

I casinò online di maggior successo