in

Conte oggi firmerà il nuovo Dpcm: verso la zona rossa per 8 giorni non consecutivi

Nulla è ancora deciso, ma nel governo sembra prevalere nettamente la scelta di circoscrivere la stretta da adottare durante le festività alle porte solo nei giorni festivi e prefestivi. Conte oggi si appresta a firmare il nuovo Dpcm: Si va dunque verso una zona rossa per vigilia di Natale, Natale e Santo Stefano, vigilia di Capodanno e 1 gennaio. Più 2 e 3 gennaio, perché si tratta di un sabato e una domenica. Otto giorni in tutto, e non chiudere dal 24 al 6 gennaio continuativamente come chiedevano i più “rigoristi”.

ARTICOLO | A Natale deroghe agli spostamenti per il pranzo e le visite agli anziani?

conte oggi nuovo dpcm

Conte oggi firmerà il nuovo Dpcm: i dettagli sulla nuova stretta

Le misure più dure sul tavolo dovrebbero dunque riguardare solo festivi e prefestivi e non un periodo continuativo, come chiesto, in particolare, dai ministri Pd al tavolo ma anche dal titolare della Salute Roberto Speranza. A spingere per una linea dura sì, ma evitando una zona rossa ”no stop’ sarebbe il premier Giuseppe Conte sostenuto, in questo, dal M5S. E c’è chi, tra i presenti alla discussione, bolla l’ipotesi di “chiudere gli italiani in casa per due settimane consecutive una follia”, riferiscono autorevoli fonti all’agenzia di stampa Adnkronos.

Il weekend che si avvicina, quello del 19 e del 20 dicembre, non dovrebbe essere caratterizzato da limitazioni supplementari. Ci si potrà muovere tra le regioni inserite nella zona gialla mentre l’arrivo o la partenza da aree arancioni o rosse sarà possibile per i soli residenti. Il governo sarebbe orientato a non limitare gli spostamenti nelle prossime ore per evitare i ‘grandi esodi’ delle feste, come lamentato da alcuni governatori che chiedevano un giro di vite.

Oggi proseguirà l’interlocuzione tra governo e regioni, come ha sottolineato il governatore del Veneto, Luca Zaia. “Ho chiesto che le misure vengano decise in vista del prossimo weekend”. Oggi “avremo una nuova conferenza Stato-Regioni, per un ultimo incontro e chiudere questa partita. Se il governo adotterà provvedimenti prima di sabato, bene. Altrimenti ci muoveremo da soli. Il lockdown che conosciamo non ce lo possiamo permettere e lo stesso governo ha utilizzato il sistema a zone per evitare il lockdown. Nella zona rossa si può circolare nel comune, nel lockdown si poteva arrivare a 200 metri da casa”, ha detto. >> I retroscena di politica

Matteo Renzi

L’ultimatum di Renzi a Conte: “No alla task force, sì al Mes”

Sanremo 2021 concorrenti ufficiali

Sanremo 2021, stasera i concorrenti ufficiali: la sfilata dei Big nella finale dedicata ai giovani