in

Scontro tra Conte e Sallusti a “Di Martedì”, l’ex premier: «Non sorrida, è una cosa seria…»

Giuseppe Conte Alessandro Sallusti botta e risposta a “Di Martedì” – Giovedì 10 giugno 2021. Ospite al programma in onda su La 7 l’ex presidente del Consiglio, impegnato in prima linea a rilanciare il nuovo M5s, che ha parlato in studio del sistema giudiziario nel nostro paese. Dichiarazioni che hanno fatto storcere il naso al direttore di “Libero”, che ha commentato con un sentenzioso: «Ma è un libro dei sogni il suo». «Si sbaglia», la replica secca di Conte.

leggi anche l’articolo —> Conte: «Io leale a Draghi, M5s non staccherà la spina al governo», poi la stoccata a Renzi

conte Sallusti

Conte Sallusti botta e risposta a “Di Martedì”: l’ex premier come una furia

«In Italia molti processi importanti si sono prescritti, creando una ‘denegata giustizia’. I cittadini, il sistema giustizia e lo Stato hanno diritto all’accertamento giudiziario della verità dei fatti. Vale nel civile e nel penale», ha dichiarato l’ex premier Giuseppe Conte a “Dimartedì”. E ancora: «Lo strumento della prescrizione finisce per creare un sistema di giustizia ‘censitaria’. Se ne avvantaggiano i ricchi, cioè coloro che si possono permettere grandi difensori ben pagati che conoscono tutte le astuzie. I poveracci della prescrizione non beneficiano. Noi vogliamo una giustizia più efficiente, equa, anche a misura degli indagati. E processi più brevi e più celeri». E mentre Conte parlava il direttore di “Libero” scuoteva la testa, ammiccando un sorriso. «Sallusti capisce cosa vuole?», ha domandato il conduttore Giovanni Floris. E così è arrivata la puntualizzazione del giornalista, volta a chiarire i gesti di disappunto.

conte Sallusti lite

«Si sbaglia. La invito a rileggersi con calma tutti gli investimenti che abbiamo fatto sulla giustizia»

«Caro direttore, non sorrida, perché questo è un fatto serio», ha tuonato Conte. «No, lei dice delle cose assolutamente sottoscrivibili, ma lei è stato primo ministro, anche con un’ampia maggioranza, e non l’ha fatto. È il libro dei sogni il suo», ha risposto Sallusti. «Si sbaglia. La invito a rileggersi con calma tutti gli investimenti che abbiamo fatto sulla giustizia. Abbiamo creato le premesse per l’immissione immediata di 600-800 magistrati», ha dichiarato subito Conte. Il conduttore allora è intervenuto, criticando la posizione dell’ex premier sulla prescrizione. «Si figuri se io, da giurista, non rispetti il principio di durata ragionevole dei processi. Ma esistono tanti meccanismi per assicurare questo. E la prescrizione, per me, non va bene», ha replicato l’«avvocato del popolo». Leggi anche l”articolo —> Conte è pronto a scegliere la nuova Segreteria del M5S

 

eclissi di sole 10 giugno

Eclissi di sole oggi, a che ora vederla dall’Italia

Marco Baldini

Palermo, usurai arrestati, imponevano interessi stellari: tra le vittime anche Marco Baldini