in

Covid, assembramenti a Roma e Napoli: centri storici e lungomare presi d’assalto dalla folla

Nonostante le nuove misure ristrettive varate dal Governo con l’ultimo Dpcm di Novembre, la situazione sembra ancora non essere ben chiara. Durante il weekend appena trascorso le grandi città, come Roma o Napoli, sono state prese d’assalto dalla folla. Numerosi gli assembramenti sia nei centri urbani che nelle zone costiere. Il bel tempo ha spinto gli italiani ad uscire di casa e ad azzerare in alcuni casi il così tanto consigliato distanziamento sociale. Anche il traffico con i numerosi spostamenti ha subito dei rallentamenti. Nella Capitale ad esempio, già dalle prime ore del mattino si sono formate code sulla Cristoforo Colombo per andare sul mare. Anche in Campania, dove si rischia il passaggio a zona rossa, la gente ha deciso di godersi un fine settimana come se l’emergenza Covid non ci fosse più.

Leggi anche –> Covid, le quattro regioni a rischio zona rossa secondo l’Iss: l’Italia pronta a nuove strette?

Covid assembramenti roma napoli

Covid, assembramenti a Roma e Napoli: centro città e zone costiere presi d’assalto

Durante l’ultimo weekend le regole imposte dal Governo per arginare l’emergenza Covid non sono state rispettate. In diverse città d’Italia moltissime persone si sono riversate sia nelle strade dei centri storici sia in quelle delle zone costiere. A Roma e a Ostia, tra sabato e domenica, all’ora di pranzo ristoranti e lungomare erano pieni di persone, molte sulla sabbia o sul bagnasciuga, alcune anche senza mascherine e, spesso, senza rispettare il distanziamento di un metro imposto dalle regole anti coronavirus. Per non parlare poi del traffico completamente in tilt, con file di ore e ore.

Movida covid

Registrata la stessa situazione in Campania

Anche in Campania gli assembramenti non sono mancati durante il weekend appena trascorso. Moltissime persone si sono riversate nel centro di Napoli, occupando piazze, negozi e ristoranti. La situazione non era diversa sul lungomare, dove alcuni temerari, sfidando le temperature di Novembre, hanno optato anche per un tuffo al mare. Un sabato e poi una domenica d’altri tempi, dove non vi era la minimamente traccia della preoccupazione del Covid, che in Campania nelle ultime ore ha portato a oltre 4mila contagi. A questo punto, molto probabilmente la regione rischia di essere dichiarata zona rossa. >> Altre News

Tragedia familiare torino

Tragedia a Torino: uccide la moglie e il figlio poi si suicida, gravissima l’altra figlia

L’ultima sparata della Meloni: Trump era meglio “per l’interesse nazionale italiano”