in

Covid-19, genitori creano “Codice mamma” per evitare di sottoporre a test i propri figli

Alcuni genitori hanno creato un accordo “Mom Code” (codice mamma) per evitare di sottoporre a test i loro figli per Covid-19, così da consentire che le scuole rimangano aperte nello Utah. Secondo quanto riportato dal ‘Daily Mail’ l’obiettivo sarebbe quello di non far chiudere gli istituti e di non far cessare le attività extra-scolastiche, come lo sport. Allarmati gli operatori sanitari che ritengono che saltare i test potrebbe incrementare significativamente la diffusione del virus. A soffiare sul fuoco l’aumento dei positivi nelle ultime ore. Il governatore dello Utah Gary Herbert ha osservato, lo scorso venerdì, che «i casi di Covid-19 sono ai massimi storici».

leggi anche l’articolo —> Reparto Covid, sfogo choc di una specializzanda: «È solo rinviato l’inizio di sei mesi di morte»

codice mamma

Covid-19, genitori creano “Codice mamma” per evitare di sottoporre a test i propri figli

Stando a quanto riportato dal magazine britannico, un gruppo di genitori dello Utah avrebbe creato un accordo non scritto soprannominato “codice mamma” per evitare di sottoporre i propri figli a test per Covid-19, nel tentativo di mantenere le scuole aperte. Una notizia allarmante: nello Utah i funzionari hanno registrato ben 104.000 casi e 572 decessi per Coronavirus dall’inizio dell’epidemia. I genitori ribadiscono di non voler far somministrare il tampone ai figli, in maniera da evitare la chiusura anche delle palestre. «Penso che sia assolutamente una vergogna», ha dichiarato una madre preoccupata. Anche perché la “politica dello struzzo” potrebbe sul serio portare ad un aumento esponenziale dei contagi. L’idea, come spiega il ‘Daily Mail’, è apparsa nei gruppi di Facebook dei genitori nella contea di Davis e in altri distretti scolastici. «Per favore, smettila di fare il test!!! Non è necessario al 100%», si legge in una nota. «Non è necessario al 100%. Tutto ciò che fa è dare al governo e ai funzionari del distretto scolastico il potere di controllarci», c’è scritto in un’altra. E non è finita qui, un altro utente, puntando il dito contro il tampone, ha scritto: «Penso che fare il test sia da egoisti. In questo modo vengono tracciati tutti, quindi una persona porta con sé almeno altre 30 che debbono mettersi in quarantena o peggio perdano attività come l’atletica leggera». E ancora: «È un’isteria di massa! Interrompi il test! Interrompi la traccia del contatto».

Codice mamma

Herbert: «Siamo sull’orlo del baratro… Contagi da Coronavirus ai massimi storici»

Preoccupato il governatore Herbert, che nei giorni scorsi ha fatto il punto sulla pandemia: «Fino ad ora, i nostri ospedali sono stati in grado di fornire una buona assistenza a tutti i pazienti Covid e non che ne avevano bisogno, ma oggi siamo sull’orlo del baratro», ha detto il presidente dello Utah, che ha aggiunto: «Se non si prenderanno provvedimenti seri i nostri operatori sanitari non saranno in grado di fornire cure di qualità a tutti», denunciando il collasso degli ospedali. Vien da sé che in una situazione del genere un’operazione come quella del “codice mamma” fa paura. I funzionari sanitari statali non hanno un conteggio dei partecipanti a tale iniziativa, ma hanno avvertito che evitare il test Covid-19 contribuisce effettivamente alla sua diffusione. Leggi anche l’articolo —> Proteste Covid in tutta Italia, scene di guerriglia a Milano e Napoli: lanciata anche una molotov

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

"Non ci sarà la seconda ondata" Salvini senza mascherina

“Non ci sarà una seconda ondata”: da Salvini a Zangrillo i miti estivi di chi non ci credeva

Ambra Lombardo prof da paura: tutti in mostra i suoi 178 centimetri di incanto