in

Proteste Covid in tutta Italia, scene di guerriglia a Milano e Napoli: lanciata anche una molotov

Proteste Covid in Tutta Italia  L’ondata di malcontento si è spostata da Napoli in altre città. Scontri a Milano tra manifestanti e forze dell’ordine durante un corteo non autorizzato organizzato per protestare contro il nuovo Dpcm anti-Covid. Le nuove misure proposte dal governo, nello specifico la restrizione che prevede la chiusura di bar e ristoranti alle 18, ha spinto centinaia di persone a scendere in piazza. Negozi saccheggiati, bidoni della spazzatura e auto incendiate; sono stati lanciati fumogeni e bombe carta contro gli agenti. Ad essere rimasto ferito un poliziotto: fermati 15 dimostranti, che sono stati portati in Questura. Momenti di tensione anche a Torino e Trieste. Nel capoluogo campano invece la manifestazione contro il governatore De Luca si è svolta in maniera pacifica. A corteo sciolto però un gruppo di persone ha avuto un duro scontro con le forze dell’ordine, che hanno fermato un uomo. Sempre a Napoli, davanti a un ristorante di via Santa Lucia, una bara è stata ancorata e i manichini di due camerieri sono stati impiccati.

leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 17mila nuovi casi, 1.284 in terapia intensiva

proteste covid

Proteste Covid in tutta Italia, scene di guerriglia a Milano e Napoli: lanciata anche una molotov

Scene di guerriglia a Milano. Contro le pattuglie delle forze dell’ordine sono stati usati caschi e petardi. In città è stata persino lanciata una molotov verso un’auto della polizia locale, che non è stata centrata. Tanta la rabbia dei manifestanti esasperati dalle misure anti Covid. In segno di protesta alcune persone hanno sfilato con catene nelle mani. Il corteo non autorizzato si è poi spostati verso la sede della Regione Lombardia, contro la quale sono state lanciate, tra le tante cose pietre, e bottiglie di vetro. Urla, il boato delle sirene e il rumore violento dei petardi hanno fatto da colonna sonora alla terribile notte scorsa. I manifestanti hanno danneggiato anche i dehors dei locali e rovesciato cassonetti in corso Buenos Aires, tra le strade più colpite. Immagini choc anche da Napoli: in migliaia si sono radunati in piazza Plebiscito con cartelli come il “Reddito di salute per tutti la crisi la paghino i ricchi”. Tanti anche gli striscioni contro De Luca: “Dimettiti”.

proteste covid

Il premier Conte difende l’ultimo dpcm: «Senza queste misure la curva è destinata a sfuggirci di mano»

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte conferma e rivendica gli accorgimenti presi con l’ultimo Dpcm per cercare di contenere l’emergenza sanitaria: «Senza queste misure la curva è destinata a sfuggirci di mano». Oggi il premier riceverà tutte le categorie colpite dalle nuove restrizioni, i rappresentanti di teatri, palestre, cinema. Intanto in Consiglio dei ministri arriva il dl Ristori, un nuovo pacchetto di aiuti da 4-5 miliardi, per dare un sostegno immediato e concreto dopo le chiusure. Leggi anche l’articolo —> Reparto Covid, sfogo choc di una specializzanda: «È solo rinviato l’inizio di sei mesi di morte»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

guenda goria bipolare

Guenda Goria bipolare? Ruta sbotta contro ex marito: «Non sa nemmeno se ha avuto il morbillo»

Nuovo Dpcm conte

Nuovo Dpcm Conte: «Senza queste misure curva dei contagi destinata a sfuggirci di mano»