in

Maria Elena Boschi: «Non vogliamo aprire una crisi di governo, dipende da Conte»

«Noi non vogliamo aprire una crisi di governo. Siamo al lavoro sul Recovery Plan, abbiamo mandato documenti scritti al governo con tutte le cose che non funzionano e proposte su come spendere, perché il governo è un po’ in ritardo». Così Maria Elena Boschi, esponente di Italia Viva intervenendo al “Tg4”. «Tutto dipende dal presidente del Consiglio, ci aspettiamo che trovi il tempo per risponderci», ha proseguito la 39enne, già ministro all’esecutivo Renzi e Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni.

leggi anche l’articolo —> Verso un nuovo Dpcm? Ecco cosa accadrà in Italia dal 7 gennaio 2021

Maria Elena Boschi

Maria Elena Boschi: «Non vogliamo aprire una crisi di governo, dipende da Conte»

«A noi interessa lavorare per il bene del Paese e al primo posto ci sono i cittadini: per questo anche in questi giorni continuiamo a lavorare sulla sfida più importante, come ha detto anche il presidente della Repubblica, come utilizzare bene i 200 miliardi di euro che arriveranno dall’Europa, che sono una grandissima responsabilità per tutti noi perché riguardano il futuro non dei prossimi cinque anni ma dei nostri figli e forse anche dei nostri nipoti», ha proseguito Maria Elena Boschi. «Ritirerete le ministre e se sì quando?», ha domandato la giornalista del “Tg 4”. «Noi vogliamo andare avanti, però siamo diversi dagli altri partiti, per noi le poltrone sono importanti se servono a fare cose buone. A noi interessano vaccini e soldi per la sanità, non ministeri e sottosegretari. Vorremmo aprire le scuole, non la crisi di governo», ha replicato la politica, scaricando le responsabilità sul presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Maria Elena Boschi

«Noi siamo al lavoro sul Recovery Plan, abbiamo mandato documenti scritti con proposte e cose che non funzionano»

Cosa dovrebbe fare il premier Conte per scansare la crisi di governo? La capogruppo di Italia Viva in maniera molto vaga ha risposto con un secco «dipende da lui…». E ancora: «Decida cosa vuole fare. Su tanti temi noi abbiamo avanzato proposte molto puntuali e ci aspettiamo che risponda». Insomma la “patata bollente” è nelle mani di Conte. Almeno stando a quanto dichiarato in tv da Maria Elena Boschi. Leggi anche l’articolo —> Sondaggi politici oggi: scenario bloccato, le percentuali dei partiti

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

italia zona rossa

Restrizioni Covid, Speranza: “Probabile zona rossa per 9 e 10 gennaio”

Scomparsa Samira El Attar, il marito cambia pool difensivo: «Non è provato l’episodio di morte violenta»