in

Crisi Governo, Zingaretti: «Evitato salto nel buio. Ora rafforzare la maggioranza»

«Ora dobbiamo gestire piano vaccinale, dobbiamo discutere il recovery, dobbiamo concentrarci sui problemi degli italiani, vuol dire affrontare le emergenze», così Nicola Zingaretti, leader del Partito Democratico, ospite a “Radio Immagina”, il giorno dopo del sì del Senato al governo Conte. Niente maggioranza assoluta, soltanto 156 voti favorevoli. Numeri che consentono all’esecutivo oggi di andare avanti. I no sono stati 140; 16 invece gli astenuti.

leggi anche l’articolo —> Sgarbi attacca la Segre: «Ha mai manifestato indignazione per suo marito?», ma si sbaglia

crisi governo Zingaretti

Crisi Governo, Zingaretti: «Evitato salto nel buio. Ora rafforzare la maggioranza»

«È stato evitato un salto nel buio, ora dobbiamo gestire piano vaccinale, dobbiamo discutere il recovery, ora dobbiamo concentrarci sui problemi degli italiani, vuol dire affrontare le emergenze», ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti. «Si apre la sfida prioritaria del buon governo, dobbiamo costruire prospettiva politica, esito voti conferma che non c’era altra ipotesi di governo», ha sottolineato il leader Partito Democratico, aggiungendo: «Con il premier Conte ci siamo sentiti ieri sera». E ancora: «Mi sembra che c’è consapevolezza di voler dare segnale di concretezza per l’emergenza e di affrontare i nodi politici. Il Pd ha dato il suo contributo, l’Italia ha potuto contare su un Pd unito e unitario, una cosa che ha fatto la differenza», ha dichiarato il politico. «La buona politica deve toccare il gomito delle persone, ne deve percepire sofferenza e voglia di riscatto, non deve salire, come si diceva, sul dirigibile», ha rimarcato Zingaretti. Per questi il compito della politica resta sempre lo stesso: «forgiare una nuova classe dirigente italiana». Replicando ad una domanda questi ha sottolineato: «Io sono sempre stato eletto dai cittadini, dalla provincia, alla Regione».

crisi governo zingaretti

«Sul taglio dei parlamentari e l’attuale legge elettorale non molliamo di un millimetro»

«Ora è il momento di voltare pagina, di rafforzare la forza parlamentare del governo. Perché è un governo che trova la sua legittimazione nel voto parlamentare», ha detto Zingaretti. «Vinceremo anche sul pacchetto delle riforme parlamentari. Il combinato disposto del taglio dei parlamentari e l’attuale legge elettorale non va bene. Noi non molliamo di un millimetro», ha concluso. Leggi anche l’articolo —> Crisi governo, Conte: «Bisogna rendere la maggioranza più solida», cosa succede ora

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

trump grazia bannon

L’ultimo regalo di Trump agli americani: la grazia per il suo ex guru, il sovranista Bannon

Ritardo consegna vaccini Pfizer

Ritardo consegna vaccini Pfizer, Boccia alle regioni: “Azione legale comune”