in

Crispano, rubano le bambole dalla tomba di una bimba di 5 anni: «Non ci volevamo credere»

Una storia che infonde ancora più tristezza in tempi bui come i nostri, ma che vogliamo raccontare. Nel cimitero di Crispano-Cardito, in provincia di Napoli, sono state rubate alcune bambole dalla tomba di una bambina. Regali che i genitori di Miriam Laezza avevano lasciato al loculo della figlia, scomparsa a 5 anni nell’ottobre 2019, in seguito ad un malore mentre era a lezione di danza. A riportare la vicenda il sito “Fanpage”, che ha raggiunto i genitori della bimba.

leggi anche l’articolo —> Paolo Rossi, la moglie svela cause della morte e ultimi istanti di vita: «Quanto ha sofferto…»

Crispino rubate bambole

Crispano, rubano le bambole dalla tomba di una bimba di 5 anni: «Non ci volevamo credere»

«Quando l’ho saputo non ci volevo credere: possibile che avessero davvero rubato le bamboline che lasciamo sulla tomba della nostra bambina?», ha dichiarato Giovanni Laezza, padre della piccola Miriam, che è ancora incredulo. Ad accorgersi del furto, Antonella Palladino, la mamma della bimba, che come ogni mattina era andata al cimitero di Cardito-Crispano, per fare visita alla figlia. Con rammarico la donna si è accorta che qualcuno aveva fatto sparire un paio dei giocattoli che erano stati collocati accanto alla lapide. E non è nemmeno la prima volta che accade un fatto del genere. In passato altri oggetti (di scarso valore, ma di enorme peso affettivo) erano stati rubati.

Crispino rubate bambole

«Che brutto gesto. Come si può?», i genitori increduli

«Si tratta di bamboline che non hanno nessun valore e questo rende ancora più brutto il gesto. Sarebbe stato diverso se avessero rubato una lanterna, un vaso, per rivenderlo e ricavarci cinque, forse dieci euro: ugualmente sarebbe stato riprovevole, ma ci sarebbe stata una spiegazione, lo avrebbero fatto per guadagnarci. In questo caso, invece, sono giocattolini che costano un paio di euro, chi volete che li ricompri? Senza contare che proprio non riesco a capire come possa mai venire in mente di rubare le bamboline di una bimba…», ha detto dispiaciuta a “Fanpage” la madre di Miriam Laezza, scomparsa il 17 ottobre del 2019, mentre era a lezione di danza in una scuola di Cardito. Vani erano risultati i tentativi di rianimazione: per i medici che si sono occupati dell’autopsia si sarebbe trattata di morte naturale. Per i genitori la bimba aveva invece una malattia non diagnosticata, sottovalutata dagli specialisti che l’avevano visitata. Leggi anche l’articolo —> Ragusa, tragico incidente stradale: muore mamma 29enne, gravemente ferito un altro giovane

Gianni Morandi compleanno, l’eterno ragazzo compie 76 anni

nino frassica

Nino Frassica, retroscena mai svelato: «Avevo 18 anni e mi licenziarono immediatamente…»