in

Denise Pipitone nuove indagini: dai “falsi ricordi’ dell’ex pm Angioni al duro sfogo di Anna Corona

Denise Pipitone, Anna Corona perde le staffe e sbotta: Avete fatto troppi giochetti di prestigio sulla mia pelle e su quella dei miei figli“. Lo ha detto ai microfoni di Quarto Grado relativamente alle indiscrezioni (diffuse dalla trasmissione Mediaset ma mai confermate dalla procura di Marsala) che la riguardano da settimane relativamente ai nuovi indagati sul giallo di Denise Pipitone.

denise-pipitone-nuove-indagini-falsi-ricordi-pm-angioni

“Jessica picchiata da un poliziotto”: Anna Corona si toglie i sassolini dalle scarpe

La Corona ha ripercorso la sua vita dal 2004 ad oggi, le vicissitudini che hanno coinvolto lei e la sua famiglia. E ancora oggi. In merito a sua figlia Jessica, ha detto: “Jessica è stata picchiata da un poliziotto, un ceffone che non dimenticheremo mai”.

Sulla scomparsa di Denise ha poi ribadito la sua estraneità ai fatti: “Si sono fatti sfuggire di mano la situazione. Sua madre va aiutata perché sta cercando di ritrovarla. Io posso dire che camminerò sempre a testa alta per Mazara. Tutta la città sa che noi non c’entriamo nulla”.

I “falsi ricordi” della ex pm Maria Angioni

False attestazioni ai pm. Questo il reato contestato alla ex pm Maria Angioni (Clicca qui per i dettagli). Tutta ‘colpa’ dei suoi “falsi ricordi”, afferma il suo legale Stefano Pellegrino. E tra questi ricordi c’è la data di installazione di una telecamera davanti alla casa di Anna Corona. Quella telecamera c’era già – come sostiene il pm – quando le microspie nascoste nel motorino all’epoca in uso a Jessica Pulizzi registrarono, il 24 novembre 2004, un dialogo alquanto sospetto? Oppure è stata messa dopo?

Sui documenti di inizio registrazione si legge ‘11.09.2004’, ma la data è stata modificata con un segno circolare fatto a penna, in cui si legge una seconda data che sostituisce la prima: 27.11.2004. Cosa è successo? Chi ha apportato quella correzione e perché? Potrebbe trattarsi di un errore di battitura poi corretto? La data del documento è 26 novembre 2004, ed ha come oggetto questo: ‘Dispone l’installazione e relative registrazioni video (…)’. Forse il cerchietto di correzione della data potrebbe aver alimentato il falso ricorso della Angioni? Possibile. (Continua a leggere dopo la foto)

denise-pipitone-nuove-indagini-falsi-ricordi-pm-angioni

 

TUTTO SUL CASO DENISE PIPITONE: CLICCA QUI PER LEGGERE GLI APPROFONDIMENTI DI URBANPOST

Medesima ipotesi di reato è contestata a due coniugi romani che avevano raccontato di aver visto una donna insieme ad una bambina, presunta Denise, nell’hotel Ruggero II di Mazara dove al tempo lavorava proprio Anna Corona, il giorno della scomparsa della bimba. Versione poi ritrattata. L’avvocato che rappresenta i due fa sapere di avere preparato un’stanza che richiede l’archiviazione del fascicolo: anche nel caso di specie, infatti, si sarebbe trattato di un falso ricordo.

Scomparsa Denise Pipitone: la direzione delle nuove indagini

Dopo la Angioni e la coppia romana, altre cinque persone sarebbero state sentite dagli inquirenti, secondo quanto riferisce Quarto Grado. Sotto la lente di ingrandimento della Procura di Marsala, gli spostamenti delle figlie di Anna Corona quel mercoledì 1° settembre 2004. Gli inquirenti sono ripartiti proprio dall’hotel Ruggero II, che rappresenta l’alibi della Corona ed anche, parzialmente, quello di Jessica. Francesca Adamo, collega della Corona, la colloca (proprio a ridosso dell’orario del rapimento di Denise) infatti insieme alla sorellina nella lavanderia dell’hotel, dove le ragazzine si sarebbero recate per salutare la propria madre.

Una verità, questa, emersa all’epoca delle prime indagini solo durante il secondo interrogatorio della Adamo, il 13 settembre 2004, ma corretta a processo quando la testimone dichiarò di “non ricordare”. A causa di queste sue contraddizioni la donna è stata sentita due volte dai pm di Marsala. Inquirenti che hanno raccolto anche i sospetti di un’altra dipendente dell’hotel, la ex vice direttrice, la quale ha parlato di “complicità” e “scambi di favori” tra la Corona e la Adamo.

denise-pipitone-nuove-indagini-falsi-ricordi-pm-angioni

Quale verità potrà emergere da questi nuovi interrogatori? L’ultimo ad essere stato sentito è Gaspare Ghaleb, all’epoca dei fatti fidanzato di Jessica. Il ragazzo potrebbe aver aggiunto altre tessere del puzzle finora ricostruito dagli inquirenti. Potrebbe interessarti anche —> Gaspare Ghaleb, ex di Jessica Pulizzi, sentito in Procura per ore: il punto sul caso Denise Pipitone

 

 

Covid in Italia: oggi crescono ancora i nuovi casi (3.121), in lieve aumento i ricoverati

M5s Giuseppe Conte nuovo statuto

M5S, Giuseppe Conte presenta il nuovo statuto: numerosi i cambiamenti all’interno del Movimento