in

Emilio Fede arrestato a Napoli per evasione dai domiciliari: «Mangiavo una pizza, è stato terrorizzante»

È stato arrestato a Napoli mentre cenava con la moglie Diana De Feo: Emilio Fede, oggi 89enne, si trovava in un ristorante di via Partenope, sul lungomare della città, quando si è visto piombare davanti i carabinieri in borghese. L’ex direttore del Tg4 era appena arrivato da Milano proprio per festeggiare insieme alla moglie il suo 89esimo compleanno.

Leggi anche >> Emilio Fede, la moglie Diana: «Berlusconi è un ingrato, pensa solo per sé…», poi smentisce

emilio fede arrestato

Emilio Fede arrestato a Napoli: sei carabinieri piombati nel locale dove cenava con la moglie

«Mangiavo una pizza, – avrebbe affermato il giornalista già direttore del TG1, Videonews, Studio Aperto e Tg4 – è stata una cosa terrorizzante. Ora sono recluso in hotel e non posso neanche affacciarmi alla finestra». Tanto è stato riferito dal quotidiano Il Roma e riportato da Il Messaggero. Fede, 89 anni domani, 24 giugno 2020, sarebbe colpevole di evasione dagli arresti domiciliari per non aver atteso l’autorizzazione del giudice del tribunale di sorveglianza milanese prima di lasciare il capoluogo meneghino alla volta di Napoli. Condannato a quattro anni e 7 mesi nell’ambito del processo Ruby Bis, l’ex direttore ha scontato sette mesi di arresti domiciliari. Deve ora completare la pena con 4 anni di servizi sociali.

emilio fede arrestato

Scortato in albergo non può lasciare la struttura fino a nuove disposizioni

Fede era in compagnia della moglie quando sei carabinieri in borghese si sono presentati nel locale dove cenava invitando il giornalista a rientrare in hotel. Scortato in albergo, all’ex direttore sarebbe stato intimato di non lasciare la struttura fino alla decisione del magistrato di sorveglianza che dovrebbe arrivare nella giornata di oggi, martedì 23 giugno.

«In caso di trasgressione alle prescrizioni degli arresti domiciliari – si legge nel comma 1-ter dell’art. 276 del Codice di procedura penale – concernenti il divieto di non allontanarsi dalla propria abitazione o da altro luogo di privata dimora, il giudice dispone la revoca della misura e la sua sostituzione con la custodia cautelare in carcere, salvo che il fatto sia di lieve entità». Ferma restando l’inosservanza delle disposizioni dei domiciliari, non si dovrebbe forse tener conto anche dell’età dell’ex direttore? >> Matteo Salvini, Ponte Morandi sfruttato per una passerella elettorale e per un selfie

emilio fede arrestato

Metropolitana Milano, tangenti e appalti truccati: arrestate 13 persone tra cui il dirigente di Atm

EasyJet pubblicità calabria

EasyJet pubblicità shock sulla Calabria: «Una storia di attività mafiosa e terremoti»