in

Lutto nel mondo dello spettacolo, nota ballerina sconfitta dal cancro a 44 anni

Lutto nel mondo dello spettacolo, una nota ballerina ha perso la sua battaglia contro il cancro. La donna si è spenta all’età di 44 anni. A dare l’annuncio ai suoi fan è stato il suo amico e collega David Bolger, il quale mercoledì ha annunciato sui social media di CoisCéim, “con il cuore profondo e pesante”, la morte di “un artista di estrema passione e talento. La luce è più debole sui nostri palchi e il cielo risplende più luminoso con la sua ultima stella”. Una notizia che ha lasciato tutti quanti senza parole e con il cuore a pezzi.

Leggi anche –> Enzo Decaro, confessione sui figli: «Un limbo da cui ancora non riesco ad uscire»

Irlanda, Emma O’Kane morta a 44 anni per tumore: il mondo della danza in lutto

La ballerina e coreografa, Emma O’Kane è morta all’età di 44 anni a causa di un tumore. La sua carriera nel mondo della danza è stata ricca di successi. In Irlanda era una ballerina molto conosciuta, durante la sua carriera si è esibita con prestigiose compagnie, tra cui Fishamble, Anu, Project Arts, Abbey e su RTE. Membro del CoisCéim Dance Theatre (dal 2001) e del Project Arts Centre, O’Kane era nata a Belfast e cresciuta a Dublino. Formatasi presso l’Accademia Coreografica Statale di Perm, in Russia, ha poi ricevuto un Master in Danza con lode presso l’Università di Limerick. O’Kane ha girato l’Australia con The Wolf e Peter e la Dance Europe l’ha votata come miglior ballerina dell’anno per la sua interpretazione in Faun di CoisCéim nel 2010. Infine, ha coreografato Silent Moves, un film di Aideen Barry che ha vinto un Modern Ireland in 100 Artworks 2015.

Il ricordo di David Bolger

Il suo amico e  collega, David Bolger, ha ricordato così la giovane ballerina: «Emma ha portato la sua bellezza e abilità in tante delle nostre produzioni e fa parte di ciò che siamo. Quando si entrava in una sala prove con Emma, ​​ti sentivi al sicuro nell’esplorare qualsiasi cosa. Era senza paura. La danza di Emma era unica e spirituale. Poteva illuminare qualsiasi stanza o palcoscenico semplicemente facendo un’entrata. Emma è stata disinvolta nella sua capacità di catturare un pubblico e portarlo in viaggi esistenziali, profondi, onesti e trasformativi. Emma era un sostenitore e un pioniere. Ma soprattutto Emma era un essere umano straordinario. Gioioso, amorevole e dotato di un grande senso dell’umorismo. Dire che abbiamo il cuore spezzato non esprime la nostra tristezza».  >> Altri Gossip

Seguici sul nostro canale Telegram

M5S Draghi, sul web la furia degli iscritti: “Beppe ci hai tradito”

zone rosse locali

Zone rosse in Italia: aumentano i Comuni in lockdown