in

Ennio Fantastichini morto dopo 15 giorni di agonia: che malattia aveva

Ennio Fantastichini morte cause, cosa sappiamo? Questa sera, venerdì 14 maggio 2021, su Raidue, andrà in onda “Lontano lontano”, film del 2019 diretto da Gianni Di Gregorio, che ha visto recitare per l’ultima volta Ennio Fantastichini. Presentato inizialmente con il titolo di lavorazione «Cittadini del mondo», la commedia rappresenta proprio l’estrema interpretazione dell’attore di Gallese, deceduto il 1º dicembre 2018 al termine delle riprese.

leggi anche l’articolo —> Chi è Nino Frassica, vita privata e carriera: tutto sull’attore messinese

ennio fantastichini

Ennio Fantastichini morte cause, l’attore si è spento dopo 15 giorni di agonia: di che malattia soffriva

Nel cast di “Lontano lontano” anche Giorgio Colangeli, Daphne Scoccia, Salih Saadin Khalid, Francesca Ventura, Silvia Gallerano. Il film racconta la storia di tre settantenni romani, molto diversi tra loro, ma accomunati da difficoltà quotidiane che li portano a programmare una nuova esistenza in un posto lontano e vantaggioso anche a livello economico. Nella pellicola Ennio Fantastichini veste i panni di Attilio, uno dei personaggi principali. È questa la sua ultima prova d’attore prima della dipartita: il volto noto è morto all’età di 63 anni il 1° dicembre di tre anni fa.

ennio fantastichini

«Speravo che, invecchiando, aumentasse oltre all’età anche l’autostima. Non è così: quando si è giovani si ha diritto di sbagliare, alla mia età non è concesso sbagliare»

Ennio Fantastichini, classe 1955, è morto dopo essere stato ricoverato da quindici giorni in rianimazione all’ospedale Federico II di Napoli. L’attore stato stroncato da una grave emorragia cerebrale, conseguenza di una leucemia. «Speravo che, invecchiando, aumentasse oltre all’età anche l’autostima. Non è così: quando si è giovani si ha diritto di sbagliare, alla mia età non è concesso sbagliare», queste tra le ultime parole sue. Fantastichini aveva tanti progetti ancora da realizzare: «Non considero la mia vita conclusa e non ho alcuna intenzione di andare in pensione. Però voglio riprendere del tempo per me e riuscire finalmente a fare un po’ le cose che desidero e che, finora, non sono riuscito a godermi. In un certo senso intendo vivere una nuova adolescenza». Purtroppo la morte ha drasticamente modificato i suoi piani. Per Fabrizio De André – Principe libero Fantastichini ha ottenuto una candidatura postuma ai David di Donatello come miglior attore non protagonista. L’interprete era arrivato al successo nel 1989 grazie al film «Porte Aperte», regia di Gianni Amelio. Tra i suoi lavori migliori “Mine Vaganti”, regia di Ferzan Özpetek. Leggi anche l’articolo —> Ennio Fantastichini morto: l’attore stroncato dalla leucemia, aveva 63 anni

Covid in Italia: oggi 7.567 casi e 182 morti, calano ancora i ricoveri in terapia intensiva

Tosca D'Aquino

Chi è Tosca D’Aquino, vita privata e carriera: tutto sull’attrice italiana