in

È morto Enrico Vaime, tra i grandi padri dell’intrattenimento e del varietà

Tra i più stimati autori di radio e tv, Enrico Vaime è morto a Roma all’età di 85 anni, al Policlinico Gemelli della capitale. Ideatore ma anche protagonista dello spettacolo, Vaime si è spento ieri, domenica 28 marzo 2021. Tra i grandi padri dell’intrattenimento e del varietà italiano, Enrico era nato a Perugia nel 1936. Autore radiofonico e televisivo con incursioni nel teatro, conduttore in radio e sul piccolo schermo, Vaime lavorò per anni con Italo Terzoli, autore altrettanto noto scomparso nel 2008. Insieme avevano fondato l’azienda “Terzoli & Vaime”, avevano creato alcuni programmi e scritto diversi libri, specie tra gli anni Sessanta e Settanta.

Enrico Vaime morto

Enrico Vaime morto a Roma: era entrato in Rai negli anni Sessanta

Dopo aver studiato Giurisprudenza a Napoli, Enrico era entrato in Rai nel 1960 attraverso un concorso pubblico. Da allora furono diversi i programmi che videro la sua collaborazione, circa 200. Tra gli altri Canzonissima, Fantastico e Quelli della domenica, per la televisione; Gran varietà, per la radio. Sceneggiatore per film e serie tv, Vaime scrisse anche testi per il teatro. Dal 1979 condusse il programma radiofonico Black Out, ancora in onda nei fine settimana su Radio 2 e tra i più longevi della radio italiana. Anche in tv gli fu affidata la conduzione. Tra le più recenti: Memorie dal bianco e nero e S’è fatta notte insieme Maurizio Costanzo, con cui ha scritto anche alcuni libri.

ARTICOLO | George Segal, morto a 87 anni il celebre attore statunitense

ARTICOLO | Maurizio Costanzo a “Oggi è un altro giorno”: «L’attentato nel ’93? Le regole della Mafia»

Enrico Vaime morto

Il ricordo di Maurizio Costanzo

Lo stesso Costanzo ha ricordato Vaime con commozione: “Eravamo un bel gruppo, – ha detto all’Ansa – io, Enrico, Marcello Marchesi, Italo Terzoli. Erano gli anni dei grandi varietà, dei sabati sera di Rai1. Enrico era straordinario, la sua cifra era l’elegante ironia. Era la persona più ironica che abbia conosciuto, indovinava la battuta disarmante anche davanti ad un fatto clamoroso. Marcello Marchesi diceva che quando Enrico si passava un dito nel collo della camicia, stava per tirare fuori una battuta… Che dire? Mi sento più solo, mi pare una trincea… Mercoledì inizierò la nuova puntata del Costanzo show dedicandola a lui”. Secondo il conduttore, Vaime stava male da circa due anni. >> Tutte le news

Enrico Vaime morto

Mara Maionchi figli

Mara Maionchi ospite a Domenica In, dalla battaglia contro il Covid all’amore per la sua famiglia

cambio colore regioni

Nuove zone rosse, come cambiano i colori delle regioni oggi: tutte le regole fino a Pasquetta