in

False email da parte dell’Agenzia delle Entrate, è una truffa: tutte le indicazioni

Molti utenti hanno ricevuto nella propria casella di posta delle email inviate dall’Agenzia delle Entrate. L’oggetto della comunicazione riguarda i rimborsi Iva. Ma attenzione, si tratta di una truffa. False email Agenzia delle entrate: in realtà il mittente è fasullo, non è la vera Agenzia delle Entrate. Lo scorso venerdì la stessa Agenzia ha pubblicato una nota stampa nella quale denuncia la truffa e avverte gli utenti che hanno ricevuto l’email sospetta.

false email Agenzia delle Entrate

False email Agenzia delle Entrate

In questi giorni stanno circolando false email, apparentemente inviate proprio dalla Agenzia delle Entrate. Queste email hanno lo scopo di “trarre in inganno i cittadini”, è scritto nella nota. Nell’oggetto della mail “si parla di incoerenze emerse durante la comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva inviata dal contribuente alle Entrate, spesso accompagnate da un file malevolo in formato .zip”.

Con un comunicato stampa del 9 aprile 2021, l’Agenzia delle entrate ha reso noto che è in atto una nuova campagna di truffe commesse con l’ormai classico metodo del “Email Phishing” in cui il mittente sarebbe apparentemente l’Agenzia delle entrate. Attraverso questo metodo il truffatore cerca di ingannare la vittima, che normalmente tende ad aprire le comunicazioni fiscali. L’obiettivo della truffa è quello di estrapolare informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile.

ARTICOLO | Oms, Ranieri Guerra indagato: “Mi fanno fare la parte del mostro”

ARTICOLO | Sostegni bis: nuovi aiuti per le imprese, in arrivo il decreto entro fine aprile

false email Agenzia delle Entrate

Cosa fare se si riceve le false email?

L’Agenzia delle Entrate ha raccomandato di non inviare “questo tipo di comunicazioni in alcun caso” e raccomanda “di cestinare l’email, qualora fosse stata ricevuta, senza aprire alcun allegato”. Innanzitutto, l’Agenzia delle Entrate non invia mai le comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti tramite posta elettronica. I cittadini possono accedere alle proprie informazioni private tramite l’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Nell’account personale i dati degli utenti sono tenuti al sicuro.

L’Agenzia ha raccomandato di controllare sempre i mittenti delle email e di non procedere con la lettura o l’apertura degli allegati. La cosa migliore è cestinare i messaggi. L’Agenzia ha messo a disposizione la sezione “Focus sul phishing” sul sito ufficiale, dove periodicamente vengono riportati degli avvisi sulle ultime email-truffa in circolazione. In caso di ulteriori dubbi, è possibile contattare il call center al numero 800.909696 e chiedere conferma.>>Tutte le notizie

Seguici sul nostro canale Telegram

vaccinazioni in italia

Covid, Cartabellotta (pres. Gimbe): “500mila vaccinazioni al giorno entro il 15 aprile? Al momento i numeri non ci sono”

Droga e armi 37 arresti a Milano, la Dda: “Stretti collegamenti con la ‘ndrangheta”