in

Chi è Fortunato Cerlino: carriera, vita privata e curiosità sull’attore

Tutto pronto per il gran finale della fiction in onda su Rai1 «Fino all’ultimo battito», con protagonista il dottor Diego Mancini, professore ordinario di cardiochirurgia, interpretato da Marco Bocci. A muovere i fili il cattivo della serie, Cosimo Patruno, a cui presta volto e voce Fortunato Cerlino, noto al grande pubblico per Nero a metà e La porta rossa, ma soprattutto per il ruolo di Don Pietro Savastano in Gomorra. Scopriamo tutto su di lui, dalla lunga carriera nel mondo del cinema, del teatro e della tv, a qualche curiosità sulla sua sfera privata.

leggi anche l’articolo —> Chi è Lilli Gruber: carriera, vita privata e curiosità sulla giornalista

fortunato cerlino

Chi è Fortunato Cerlino: carriera e curiosità sull’attore

Fortunato Cerlino è nato a Napoli il 17 giugno del 1971. Si è diplomato nel 1991 all’Accademia d’arte drammatica della Calabria, diretta da Alvaro Piccardi e Luciano Lucignani. Già l’anno prima aveva riceveto l’attestato di triennio dell’Accademia del teatro Diana di Guglielmo Guidi. Tanti sono stati i suoi soggiorni all’estero in gioventù per seguire seminari di impostazione vocale e del linguaggio del corpo. Nel 1995 Cerlino è intrattenitore presso Harrods a Londra. Nel 2000 è entrato a far parte del progetto Cechov diretto da Anton Milenin. Nel 2006 era al Centro Teatrale Santa Cristina. A teatro ha lavorato con i più grandi: nel 2007 era nel cast della trasposizione di Fahrenheit 451 di Ray Bradbury con la regia di Luca Ronconi e nel 2011 in Se non ci sono altre domande, regia di Paolo Virzì al Teatro Eliseo di Roma. Poi tanta tv: nel 2000 ha recitato in Francesca e Nunziata con la regia Lina Wertmüller. Nel 2001 era ne La squadra. E ancora Distretto di polizia 9 e R.I.S. Roma – Delitti imperfetti. La consacrazione nel 2014 quando è stato scelto per il ruolo di don Pietro Savastano nella serie Gomorra. Fortunato Cerlino ha preso parte anche alla fiction internazionale I Medici per la regia di Sergio Mimica-Gezzan.

fortunato cerlino

Chi presta volto e voce a Cosimo Patruno di «Fino all’ultimo battito», la serie di successo di Raiuno

Per il grande schermo ha recitato in La via degli angeli di Pupi Avati, Lascia perdere, Johnny! di Fabrizio Bentivoglio, Gomorra di Matteo Garrone e Fortapàsc di Marco Risi. Nel 2015 era in Inferno di Ron Howard. Poi è stato protagonista insieme a Francesca Neri di Senza fiato, regia di Raffaele Verzillo. Nel 2017 era con Vinicio Marchioni in Socialmente pericolosi di Fabio Venditti. L’ultimo lavoro proprio Fino all’ultimo battito per la Rai, fiction di Cinzia TH Torrini (la stessa di “Elisa di Rivombrosa”), che ha riscosso un enorme successo di ascolti. A proposito del suo personaggio, Cosimo Patruno, l’attore ha detto in un’intervista concessa recentemente: «È un privilegio interpretare i cattivi. Portare sullo schermo questi personaggi può essere l’occasione per chi guarda di fare i conti con i lati oscuri». Al Festival del Cinema di Venezia è stato presentato il film “American Night” in cui Fortunato Cerlino è uno dei protagonisti.

fortunato cerlino

La vita privata di Fortunato Cerlino

L’attore è legato da anni ad Antonella Sava, una photo editor. I due si sono conosciuti nel 2015, mentre lui stava guardando una partita di calcio. Sarebbe stato un vero colpo di fulmine: il primo appuntamento pochi giorni dopo, in seguito il fidanzamento. Secondo quanto riportato da alcuni giornali di gossip la coppia si è scambiata il primo vero bacio in riva al mare, a Fregene, mentre aspettavano di veder passare in cielo Samantha Cristoforetti. Il 23 agosto 2017 è venuta al mondo la loro primogenita, Delfina. Sono seguite le nozze alla presenza di pochi intimi. Leggi anche l’articolo —> Milena Vukotic e il retroscena mai svelato su “Playboy”: «Ho scoperto tardi di essere bella»

fortunato cerlino

Seguici sul nostro canale Telegram

Incidente sul lavoro Torre Annunziata, morto Mario Papa 23enne del posto

Torre Annunziata, incidente sul lavoro: Mario precipita nel vuoto a 23 anni

Denise Pipitone intercettazione Anna Corona, la frase sussurrata alla figlia

Denise Pipitone, l’intercettazione di Anna Corona: “Siamo stati io e Giovanni”