in

Francesco Sarcina ricorda il periodo buio della droga: «Ero a un millimetro dal burrone»

Dal 16 marzo 2021 Francesco Sarcina sarà in tutte le librerie con il suo racconto autobiografico “Nel Mezzo”. Il cantante ha descritto così il suo romanzo: «Qui vuoto il sacco. Mia figlia Nina mi ha fatto rinnamorare delle donne. Dalla droga mi ha salvato J-Ax». Un viaggio nel tempo durante il quale l’artista ha deciso di mettere a nudo la sua anima e di farsi conoscere in pieno dai suoi fan. Francesco Sarcina è stato ospite di Oggi è un altro giorno e durante la lunga intervista con Serena Bortone ha parlato proprio della sua vita passata tra droghe e paure. Una chiacchierata a cuore aperto che ha fatto emozionare il pubblico di Rai 1.

Leggi anche –> Francesco Sarcina: «Mia moglie mi ha tradito con Riccardo Scamarcio, testimone di nozze e mio migliore amico!»

Oggi è un altro giorno, Francesco Sarcina ricorda i momenti bui a causa della droga

Francesco Sarcina, ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, ha parlato del suo passato. In modo particolare ha ricordato il periodo buio legato alla dipendenza dalla droga: «Il mio rapporto con le dipendenze comincia perché in quel momento le compagnie erano sbagliate. Inizio a fare le prime esperienze che ricadono poi nell’uso più costante di droghe ma non avendo poi i soldi necessari per comprarla mi dicevano “se vai lì a portare questo ti regalo questo”, e così è iniziata. Ho fatto uso anche di droghe più pesanti che, paradossalmente, arrivavano da quelli di famiglie più benestanti». Poi un amore sbagliato lo ha portato a toccare il fondo: «Con lei ho provato l’eroina. Lei stava rischiando l’overdose vera, io, anche perché probabilmente non sapevo come si assumesse, ho mantenuto quel minimo di lucidità per salvarla. Ero a un millimetro dal burrone».

La rinascita grazie a sua figlia Nina e J-Ax

Durante una lunga intervista al Corriere della Sera, Francesco Sarcina ha raccontato di essere uscito dall’incubo delle droghe grazie a J-Ax: «Mi sono chiuso in casa per cinque mesi. Mi sono legato al letto. J-Ax mi ha suggerito di fare tutti gli abbonamenti a Netflix e simili. L’ho deciso mentre mi stavo separando, il giorno in cui mi hanno detto che forse avevo un tumore: ho sentito dentro così tanta violenza e cattiveria che non ho dormito. Quella notte, non ho visto la mia vita, ma quella dei miei figli. Mi sono detto: di questo passo non avranno un padre o, se lo avranno, starà su una sedia a rotelle per dieci anni, come è successo al mio. Allora, ho deciso di prendermi cura di me. E per fortuna, non avevo un tumore, ma solo un problema alla tiroide». Poi ha aggiunto: «Mia figlia Nina mi ha fatto rinnamorare della femmina». >> Altri Gossip

Seguici sul nostro canale Telegram

Sabrina ferilli

Sabrina Ferilli e quella polemica mai dimenticata sugli Oscar

Chi è Isabella Aldovini: vita privata e carriera dell’attrice italiana