in

Genova, morta la 18enne colpita da trombosi dopo la vaccinazione con Astrazeneca

18enne morta a Genova trombosi dopo Astrazeneca. Non ce l’ha fatta la ragazza che domenica era ricoverata nel capoluogo Ligure all’ospedale “San Martino”. Aveva subito due interventi per via di una trombosi cerebrale. La giovane, che non si era mai risvegliata dall’operazione, era arrivata al policlinico una decina di giorni dopo la somministrazione della prima dose del vaccino Astrazeneca, in uno degli open day organizzati dalla Regione Liguria. (Continua a leggere dopo la foto)

18enne morta a Genova trombosi dopo Astrazeneca

“Purtroppo, poche ore fa, Sestri Levante è stata colpita da un lutto che mai avremmo voluto vivere. L’amministrazione Comunale e tutta la città si stringono intorno alla famiglia della ragazza scomparsa oggi. In questo momento di dolore esprimo tutto il mio affetto e la mia vicinanza ai familiari di Camilla. Riposa in pace Camilla”. Lo scrive su Facebook la sindaca di Sestri Levante, Valentina Ghio, annunciando il decesso della 18enne ricoverata al San Martino di Genova ricoverata per una trombosi, in gravi condizioni. La giovane, come detto, aveva fatto pochi giorni prima il vaccino AstraZeneca.

18enne morta a Genova trombosi dopo Astrazeneca: aveva aderito a uno degli Open Day della Regione rivolti ai più giovani

La giovane, come ricorda il giornale locale Ivg.it, aveva aderito all’open day della Regione per assumere da volontari il vaccino Astrazeneca, farmaco a vettore virale, consigliato da Ema e Aifa per gli over60 ma non vietato ad altre fasce di età. Sul siero negli ultimi giorni si sono abbattuti nuovi “incidenti di percorso”, fino al più grave di oggi.

Due giorni dopo la giovane aveva iniziato ad accusare problemi motori e ancora forte mal di testa. Tornata in ospedale, attraverso la Tac, le era stata diagnosticata una trombosi cerebrale. Per capire se sarebbe stato possibile un trattamento diverso, è stata aperta un’inchiesta della procura di Genova, un fascicolo al momento senza ipotesi di reato.

Al di là del nesso di causalità che potrà essere individuato solo dall’autopsia e dai periti nominati dalla Procura, nelle prossime ore potrebbe esserci un intervento dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, per vietare l’utilizzo di questo vaccino nelle fasce di età più giovani, come suggerito oggi stesso anche dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

“Questa è la seconda morte, in Liguria, legata alla somministrazione di Astrazeneca: ad aprile era deceduta Francesca Tuscano, 32enne genovese, anche lei con un un quadro ‘trombotico ed emorragico cerebrale’. Anche su quell’episodio tragico è stata aperta un’inchiesta”, scrive Ivg.it.

g7 Cornovaglia

G7 Cornovaglia, retroscena sul bilaterale Draghi-Biden: perché l’Italia avrà un ruolo chiave

massimo-bossetti-distrutto-dna-denuncia-avvocati

Yara, Massimo Bossetti duro sfogo dopo l’ennesimo ‘no’ dei giudici: «Io ignorato, sull’orlo di un precipizio»