in

“Ghost” e la scena del vaso, Demi Moore: «Fu come una danza…», il retroscena a distanza di anni

Contro “Leonardo” su Raiuno Canale 5 ha scelto di “schierare” ieri sera un classico intramontabile della settima arte: Ghost-Fantasma che racconta la toccante storia d’amore tra Sam (Patrick Swayze) e Molly (Demi Moore). Diretta da Jerry Zucker, la pellicola ha ottenuto un enorme successo di pubblico, vincendo due Oscar: uno per la miglior sceneggiatura originale e l’altro per la miglior attrice non protagonista, andato a Whoopi Goldberg. Il film, che ha ricevuto una nomination all’Oscar anche per il miglior film, il miglior montaggio e la miglior colonna sonora, firmata da Maurice Jarre, ha contribuito anche a rilanciare Patrick Swayze, già protagonista di Dirty Dancing – Balli proibiti nel 1987, altra pietra miliare del cinema americano.

leggi anche l’articolo —> Demi Moore oggi, al naturale sulla cover di “Harper’s Bazaar”: bella come negli anni ’90

ghost scena vaso

“Ghost” e la scena del vaso, Demi Moore: «Fu come una danza…», il retroscena a distanza di anni

Tra le scene più memorabili del film quella del vaso d’argillaDemi Moore durante un’intervista ha dichiarato: «Fu come una danza, un’esperienza meravigliosa». Swayze, anni prima, aveva confessato: «Non avevamo idea che sarebbe diventata la scena romantica più famosa della storia del cinema. Eravamo solo due attori che cercavano di fare il loro lavoro nel modo migliore possibile. La scena del vaso d’argilla è stata la cosa più sexy che abbia mai fatto sul set di un film». E ancora prima di morire l’attore confidò: «Ero davvero felice, e sollevato, a proposito della scena più difficile e più famosa del film. Demi e io siamo riusciti a catturare un momento tra queste due persone rendendo tutto ciò che è accaduto più avanti nella storia molto più straziante ed emotivo». Niente di più vero: Sam e Molly all’inizio del film sono spensierati, felice, sembrano aver raggiunto, nella vita, tutto quello che hanno sempre desiderato. Stanno sistemando la loro nuova casa, ma non li attende un lieto fine. Sam, a seguito di quella che sembra una rapina finita male, viene ucciso. E così il pubblico assiste impotente alla disperazione di Molly e al tentativo disperato di Sam di proteggerla anche da fantasma, con l’aiuto di una sensitiva di nome Oda Mae Brown.

ghost scena vaso

Perché fu scelta proprio Demi Moore?

A detta di Demi Moore il merito della scena del vaso va soprattutto a Patrick Swayze: «Credo che la scena del vaso avesse a che fare con il suo background da ballerino, furono le sue abilità a dare a Patrick una particolare visione che gli fu utile per capire come affrontare quella specifica sequenza. Mi pare piuttosto ovvio che ci sia una componente relativa al ballo all’interno di quella scena». Ed è difficile darle torto: anche lei però ha reso pazzesca la buona riuscita del film. Secondo i bene informati Demi Moore ha ottenuto la parte perché era in grado di piangere a comando con entrambi gli occhi. Prima di girare le riprese del film, inoltre, l’attrice portava i capelli molto lunghi. La Moore decise di tagliarli senza avvisare il regista, che non contestò la sua scelta. Anzi si trovò d’accordo: quel nuovo look fresco era perfetto per il suo personaggio. Leggi anche l’articolo —> Patrick Swayze, le indiscrezioni dopo la morte: “Maltrattato dalla moglie durante la malattia”

lattoferrina covid

Lattoferrina, uno studio italiano rivela l’efficacia dell’integratore contro il Covid

berlusconi in ospedale

Berlusconi in ospedale, l’avvocato: «Ricoverato da lunedì mattina»