in

“Grease” “sessista e omofobo”, bufera sul musical: «Incita allo stupro», scoppia il caso

Dopo «Via col vento» anche «Grease» finisce nel mirino dei revisionisti della critica cinematografica all’insegna del “politicamente corretto”. Il musical del 1978, diretto da Randal Kleiser, con protagonisti John Travolta e da Olivia Newton-John, è stato sommerso dalle critiche, dopo essere stato mandato in onda su Bbc1, il 26 dicembre scorso, giorno di Santo Stefano. Il pubblico più giovane, in linea con i principi di movimenti come “Me Too” e “Black Lives Matter”, su Twitter c’è andato giù pesante, bollando il film come come “sessista”, “misogino” e “omofobo”.

leggi anche l’articolo —> “Grease”: tutte le curiosità sul film cult con John Travolta e Olivia Newton-John

grease

“Grease” “sessista e omofobo”, bufera sul musical: «Incita allo stupro», scoppia il caso

Il 2021 si apre con una notizia clamorosa: “Grease”, film cult amato da intere generazioni, etichettato come “sessista”. La pellicola ambientata nel 1958, tratto dall’omonimo musical di Jim Jacobs e Warren Casey, considerato come uno dei più celebri film di tutti i tempi, travolto da una bufera di critiche. Alcuni utenti su Twitter lo hanno definito persino “rapey”, ossia qualcosa che incita allo stupro. A rilanciare la nuova il ‘Daily Mail’, che sottolinea come molti spettatori abbiano chiesto che il musical, incentrato sulla storia d’amore tra Sandy e Danny, non venga più mandato in onda. La banda di studenti della Rydell High School non sembra troppo “raccomandabile”.

grease

I passaggi più criticati del film cult con John Travolta e Olivia Newton John

Aspramente criticati alcuni passaggi del film cult trasmesso nelle sale cinematografiche 42 anni fa. Tra i tanti la trasformazione finale del personaggio di Sandy, che dalla gonna lunga a campana e il cardigan abbottonato passa al chiodo e pantaloni di pelle super attillati. Contestata anche la scena in cui Putzie, uno degli amici di Danny, si sdraia sul pavimento per guardare sotto le gonne di due studentesse. E ancora una frase pronunciata nel mezzo del ballo della scuola: uno degli insegnanti, quello di educazione fisica, specifica che la coppia debba essere formata da un uomo e una donna. Bollato come sessista soprattutto il passo della canzone forse più celebre di tutto il musical, ‘Summer Nights’, in cui Danny descrive la scena di seduzione con Sandy. Il coro ad un tratto chiede più o meno “Dimmi di più, dimmi di più, lei ha lottato?” (“Tell me more, tell me more, did she put up a fight?”). Un passaggio che alcuni utenti hanno etichettato come possibile incitamento allo stupro o comunque una «normalizzazione della violenza sessuale». Leggi anche l’articolo —> Olivia Newton-John tumore al seno: «Non so quanto mi resta da vivere»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Come scegliere una web agency

napoli rider

Napoli, rider rapinato: fermati 6 presunti aggressori, ritrovato lo scooter rubato