in

Green pass, si estende l’obbligo ad altre figure nel mondo scolastico: il piano del Governo

Oggi, 9 settembre 2021, ci sarà la riunione del Consiglio dei ministri per confermare l’estensione dell’obbligo del certificato verde per alcune categorie di lavoratori. A dover esporre il green pass ci saranno in prima fila i dipendenti della scuola, ma anche altri lavoratori. Mentre il Governo cerca un accordo per la gestione del green pass per alcune categorie di lavoratori, sembra ormai certa la direzione che vuole prendere per il mondo scolastico.

Green pass scuola

Green pass scuola, non solo per insegnanti e ATA: il piano del Governo

Dal 1° settembre il green pass a scuola è obbligatorio per insegnanti e personale ATA (bidelli interni, amministrativi). L’obbligo scatta anche nelle università, ma qui comprende oltre che il personale, tutti gli studenti. Il Governo però ha deciso di estendere la lista di coloro che dovranno avere il certificato per lavorare nel mondo scolastico. Oggi in tarda mattinata si riunirà il Cdm e confermerà il piano delineato già nelle scorse ore a palazzo Chigi.

L’estensione dell’obbligo del green pass non riguarda solo la scuola ma anche le imprese. Si pensa infatti di chiedere il green pass a una larga categoria di lavoratori: si parte dai dipendenti della pubblica amministrazione, ma anche dei lavoratori nelle aziende. La cabina di regia però è slittata alla prossima settimana a causa dell’opposizione della Lega e dei sindacati che vogliono tutelare tutti i dipendenti. Il green pass inoltre proprio questa settimana dovrebbe essere imposto anche al personale delle Rsa, laddove per i sanitari già è previsto l’obbligo di vaccinazione.

ARTICOLO | Green pass obbligatorio, dalla Pubblica amministrazione alle imprese: la linea del governo

ARTICOLO | Green Pass all’università, come avverranno i controlli: parla la ministra Maria Cristina Messa

green pass scuola

Green pass scuola: chi altro dovrà averlo

Stando alle prime anticipazioni, il green pass scuola sarà esteso agli addetti esterni alle mense scolastiche e universitarie che sono circa 40mila persone e agli addetti alle pulizie e manutenzione degli istituti scolastici dipendenti di ditte esterne che non siano ancora stati investiti dal processo di internalizzazione iniziato nel 2020. Si altra di un gran numero di lavoratori che riguarda tutte le scuole, comprese le università. A fare il controllo del possesso del certificato, non saranno i presidi ma per addetti alle mense e ditte di pulizia dovrebbe essere svolto dai datori di lavoro privati.>>Tutte le notizie

sondaggi comunali roma

Sondaggi comunali Roma, Michetti primo: si accende la sfida tra Gualtieri e Raggi

Gabriele mainetti

Chi è Gabriele Mainetti: carriera, vita privata e curiosità sul regista