in

Incontro al Governo sul tema Green pass, i sindacati chiedono la riduzione del prezzo dei tamponi

Alla vigilia dell’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro, i sindacati sollevano la questione del prezzo dei tampone. Da domani, 15 ottobre, tutti i lavoratori saranno obbligati ad esporre il certificato verde, chi non ha il tampone dovrà presentare un tampone con esito negativo fatto nelle 48 ore precedenti. I tamponi però attualmente hanno un prezzo esagerato considerando con che frequenza vanno fatti e proprio per questo i sindacati hanno incontrato questa mattina Mario Draghi.

Green pass tampone sindacati chiedono al governo la riduzione del prezzo

Il segretario della Cisl, Luigi Sbarra, ha partecipato all’incontro avvenuto questa mattina, 14 ottobre, tra il Governo e i sindacati. Tema principe della riunione il green pass sui luoghi di lavoro. I sindacati hanno fatto al premier Mario Draghi una richiesta ben precisa: abbassare il prezzo dei tamponi. Luigi Sbarra al termine dell’incontro ha affermato che “Draghi ci ha assicurato che il governo deciderà nelle prossime ore.” “Ne discuteranno domani in Cdm, ci ha spiegato il presidente del Consiglio – ha aggiunto Pierpaolo Bombardieri, della Uil – e lì decideranno il da farsi”.

“Abbiamo colto l’occasione per segnalare al governo la necessità di un forte abbassamento del costo del tampone ma anche che si potenzi il credito d’imposta per i sevizi di sanificazione. Vorremmo che tutte le aziende, non solo alcune, si assumessero l’onere del costo dei tamponi”. Così ha affermato il presidente della Cgil, Maurizio Landini.

ARTICOLO | Salvini-Draghi, retroscena sull’incontro: “L’unica concessione sull’obbligo del Green Pass”

ARTICOLO | “Otto e mezzo”, Gad Lerner: «Meloni come Mussolini prima del ’22», valanga di critiche

green pass niente sospensione

Green pass tampone, Sileri: “Tampone gratuito a chi è in difficoltà a livello economico”

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha parlato a Radio Cusano Campus, dei possibili disagi creati dell’obbligo del green pass sul luogo di lavoro. “Nel passaggio tra non avere il Green pass obbligatorio e avere il Green pass obbligatorio si possono verificare delle problematiche. Le aziende possono trovare una soluzione compatibile con la sicurezza e con le esigenze del lavoro, così come si può offrire temporaneamente una soluzione con un tampone gratuito a chi è in difficoltà a livello economico”, ha proposto.

Intanto domani 15 ottobre vedrà la luce in Cdm anche il nuovo decreto contro le morti sul lavoro. I ministri vareranno anche un decreto che prevede la proroga della Cassa Covid per ulteriori 13 settimane e il blocco dei licenziamenti nelle piccole e medie imprese fino al 31 dicembre.>>Tutte le notizie

Seguici sul nostro canale Telegram

green pass trasporti

Green Pass obbligatorio, Italia rischia la paralisi: minacce di blocco non solo da Trieste

caso Viviana Gioele

Caso Viviana e Gioele, il padre pubblica le foto dei pantaloni del bimbo: “Crivellati di buchi”