in

“Il Commissario Ricciardi” trama e cast, Lino Guanciale: «Figura piena di chiaroscuri»

Lunedì 25 gennaio 2021, in prima serata su Rai1, andrà in onda la prima puntata de “Il Commissario Ricciardi”, personaggio immaginario nato dalla penna di Maurizio De Giovanni. Il protagonista è interpretato da Lino Guanciale, una garanzia per la Rete Ammiraglia. Non a caso “La Nostra tv” lo definisce il “Re Mida” del piccolo schermo, alludendo ovviamente alle fiction di successo “L’allieva”, “La dama velata” e “Non dirlo al mio capo”.

leggi anche l’articolo —> Lino Guanciale si è sposato in gran segreto: chi è la moglie Antonella Liuzzi (FOTO)

il commissario Ricciardi

“Il Commissario Ricciardi” quando comincia, Lino Guanciale: «Figura piena di chiaroscuri»

Su Rai1, a partire da lunedì 25 gennaio in prima serata, al via ‘Il Commissario Ricciardi’, l’attesa serie tv ispirata ai romanzi di Maurizio de Giovanni, editi da Einaudi, diretta da Alessandro D’Alatri con Lino Guanciale. Sei puntate sul filo del noir: un giallo poliziesco ambientato a Napoli nel 1932. Luigi Alfredo Ricciardi ha trent’anni ed è commissario della Regia Questura. Dotato di straordinarie capacità intuitive questi ha ereditato dalla madre una maledizione: questi vede il fantasma delle persone uccise e ne ascolta l’ultimo pensiero.

Una coproduzione Rai Fiction-Clemart, “Il commissario Ricciardi”, prodotta da Gabriella Buontempo e Massimo Martino, scritta da Maurizio de Giovanni con Salvatore Basile, Viola Rispoli e Doriana Leondeff. Nel cast della serie Antonio Milo, Enrico Ianniello, Serena Iansiti, Maria Vera Ratti, Mario Pirrello, Peppe Servillo, Fabrizia Sacchi, Nunzia Schiano, Marco Palvetti, Adriano Falivene, Massimo De Matteo e Susy Del Giudice. A proposito del suo personaggio Lino Guanciale ha detto a “Tv Sorrisi e Canzoni”: «È una figura piena di chiaroscuri. Più scuri che chiari. Ricciardi ha, suo malgrado, il dono ereditato dalla madre di raccogliere gli ultimi pensieri delle persone che muoiono di morte violenta. Lui percepisce gli ultimi istanti di vita delle vittime: da un lato questo lo aiuta nelle indagini, dall’altro lo tormenta come uomo».

«In fondo è un uomo empatico, proteso verso gli altri e dotato di una sensibilità fuori dal comune»

«Ricciardi a causa del suo fardello, del dono di cui non parla con nessuno, si costruisce una maschera di difesa e mette distanza tra sè e il mondo. Ma in fondo è un uomo empatico, proteso verso gli altri e dotato di una sensibilità fuori dal comune», ha dichiarato l’attore abruzzese a “Tv Sorrisi e Canzoni”. La solitudine che il protagonista divide con l’anziana tata Rosa (Nunzia Schiano), sarà messa in discussione dall’incontro con due donne assai differenti. Una è Enrica, che incarna la normalità degli affetti familiari cui Ricciardi aspira; l’altra, Livia, è la quinta essenza della sensualità.  Chi riuscirà a far breccia nel cuore del bel commissario? Staremo a vedere.

 

Leggi anche l’articolo —> Fiction Rai 2021, tra nuove avventure e attesissimi grandi ritorni: tutte le anticipazioni

 

 

Elliot Page, il noto attore di Hollywood annuncia su Instagram di essere transgender

zanardi parla

Zanardi torna a parlare, la dottoressa: «Nessuno ci credeva. È stata una grande emozione»