in

Lutto nel mondo del cinema, è morto l’attore Jean-Paul Belmondo: aveva 88 anni

Il noto attore francese Jean-Paul Belmondo è morto oggi 6 Settembre 2021 all’età di 88 anni. La notizia della sua scomparsa è stata riportata dal giornale francese l‘Est Republicain. Figlio di Paul Belmondo, uno scultore francese, e di Sarah Rainaud-Richard, una pittrice francese, l’attore aveva esordito nel mondo cinematografico nel 1956 con il cortometraggio Molière di Norbert Tildian. Il film che lo ha consacrato come uno dei maggiori attori francesi presso pubblico e critica è stato Fino all’ultimo respiro (1960) di Jean-Luc Godard.

Jean-Paul Belmondo morto

Chi era Jean-Paul Belmondo? Tutto sull’attore morto oggi a 88 anni

Jean-Paul Belmondo è morto oggi 6 Settembre 2021. Era nato a Neuilly-sur-Seine il 9 aprile 1933 ed era un attore francese. Da giovane si era diplomato presso il Conservatoire National Supérieur d’Art Dramatique e aveva iniziato il suo apprendistato di attore in teatro, dove ha recitato in classici come L’avaro di Molière e il Cyrano de Bergerac di Rostand. Per quanto riguarda la sua vita privata, Jean Paul Belmondo è stato sposato dal 1952 a 1968 con l’ex ballerina Élodie Constantin, dalla quale ebbe tre figli: Patricia (1958-1994), Florence (1960) e Paul Alexandre (1963).

Dopo il divorzio dalla Constantin, Jean-Paul Belmondo nel 1966 fino al 1972 è stato legato sentimentalmente all’attrice Ursula Andress. Poi dal 1972 al 1980 è stato il compagno dell’attrice italiana Laura Antonelli. Il 29 dicembre 2002 è convolato a nozze con Natty Tardivel, con la quale si è separato sei anni dopo. Da questo matrimonio è nata Stella nel 2003.

ARTICOLO | Dodi Battaglia, la moglie Paola Toeschi morta dopo una lunga malattia

ARTICOLO | Morto il compositore greco Mikis Theodorakis: una vita spesa tra musica e impegno politico

La sua carriera nel cinema

Jean-Paul Belmondo è stato da sempre apprezzato come attore per il suo stile scanzonato e brillante e per il suo grande carisma, che lo hanno contraddistinto in molteplici film, spesso in ruoli da “duro con il cuore tenero'” e da “giovane aitante e spericolato”, come nelle commedie di Philippe de Broca L’uomo di Rio (1964) e L’uomo di Hong Kong (1965). Tra i suoi film di grande successo si ricordano: A piedi… a cavallo… in automobile, I tre moschettieri, Fino all’ultimo respiro, Lettere di una novizia, La ciociara, Lo sciacallo, Rapina al sole, Il ladro di Parigi, James Bond 007 – Casino Royale, I miserabili e Un uomo e il suo cane. 

Italia-Lituania, dove vederla in Tv e probabili formazioni: tutto sul match dell’8 settembre

Sara Pedri scomparsa, collega accusa ex primario: le avrebbe detto «Saresti da eliminare fisicamente»