in

Jenny Cantarero, trovato morto presunto omicida in un vecchio casolare: carabinieri sul posto

Jenny Cantarero, trovato morto in un casolare il presunto omicida della 27enne. Come riferisce «Il Corriere della Sera», è stato rinvenuto in una vecchia casa abbandonata del rione Campo di mare di Catania il 30enne sospettato del femminicidio di Giovanna «Jenny» Cantarero. Ricorderete tutti il dramma della ragazza freddata a colpi di pistola. Era la tarda serata del 10 dicembre scorso in una strada della periferia tra Misterbianco e Catania. La vittima si trovava con una collega davanti al panificio dove lavorava quando è stata massacrata da un uomo col volto coperto. 

leggi anche l’articolo —> Ex insegnante uccisa nel Bolognese, fermato un sospettato: la vittima lo conosceva

Jenny Cantarero

Jenny Cantarero, trovato morto presunto omicida in un casolare: la polizia sul posto

È stato trovato morto in un casolare abbandonato il presunto killer di Jenny Cantarero, la donna di 27 anni uccisa a colpi di pistola la sera del 10 dicembre scorso tra Misterbianco e Catania. L’uomo, secondo gli inquirenti, si sarebbe suicidato. Pare che il 30enne si sia tolto la vita con un’arma da fuoco. Le notizie però al momento sono confuse. Sul posto ci sono ora i carabinieri del comando provinciale che indagano sulla morte della ragazza. Il 30enne, secondo quanto riportato da «Il Corriere della Sera», “era sposato, impiegato in un centro scommesse in un paese della provincia etnea e aveva frequentazioni in ambienti criminali”. Di lui sembra che si fossero perse le tracce proprio dalla sera dell’omicidio. In passato il presunto killer avrebbe avuto una relazione definita «burrascosa» con la vittima. Leggi anche l’articolo —> Jenny Cantarero uccisa a Misterbianco, indagato non si trova: è caccia al killer

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Cesenatico video

Cesenatico, rissa fuori dalla discoteca: video inchioda l’investitore del 27enne

Cosa fare in caso di sintomi del Covid?

Covid cosa fare in caso di sintomi: guida utile, i consigli del ministero della Salute