in

Johnny Depp, respinta la denuncia per diffamazione contro il “Sun”

Johnny Depp ha perso la sua battaglia legale per diffamazione contro il tabloid britannico “The Sun”, che nel 2018 lo aveva definito “un picchiatore di mogli” (wife beater). Il verdetto è arrivato a diverse settimane di distanza da un ciclo di udienze protrattesi per ben tre mesi. Il giudice Andrew Nicol, dell’Alta Corte di Londra, ha rifiutato di riconoscere all’attore di Hollywood un compenso in denaro per i danni subiti alla sua reputazione, alla fine di uno dei processi più seguiti e dibattuti di questi anni in Gran Bretagna. Il giudice ha definito “sostanzialmente vera” l’accusa rivolta dal ” The Sun” alla star americana in materia di violenze domestiche.

Leggi anche –> Johnny Depp gossip news, Amber Heard lo ha picchiato: la scottante rivelazione

Johnny Depp The Sun

Johnny Depp, respinta la denuncia contro il “Sun”

Si è concluso in queste ore il processo intentato da Johnny Depp contro il tabloid britannico “The Sun”. L’attore, come riportato dal Corriere della Sera, aveva citato in giudizio i giornali del News Group, editori del Sun, e uno dei suoi giornalisti, Dan Wootton. L’articolista nel 2018 aveva scritto che Depp era stato violento nei confronti della sua ex moglie, l’attrice Amber Heard. Il giudice ha definito “sostanzialmente vera” l’accusa rivolta dal “The Sun” all’attore americano. La sentenza definitiva, emessa dal giudice Andrew Nicol, dell’Alta Corte di Londra, è arrivata, come riportato dall‘ANSA, a diverse settimane di distanza da un ciclo di udienze avvenute sotto l’occhio dei media, fra testimonianze contrapposte, recriminazioni rancorose fra i due ex coniugi e imbarazzanti ammissioni sull’uso di sostanze stupefacenti.

Johnny Depp

Cosa accadrà ora?

Delusione per i legali di Johnny Depp, i quali non escludono di ricorrere nuovamente alle vie legali. Nel frattempo però la sentenza potrebbe ripercuotersi in maniera negativa sulla reputazione dell’attore. Un portavoce del “The Sun”, invece, ha commentato il verdetto così: «Gli abusi domestici non devono mai essere silenziati e noi ringraziamo il giudice per la sua attenta valutazione dei fatti, nonché Amber Heard per il coraggio con cui ha deposto in aula». L’avvocato americano di Amber Heard, che la rappresenterà anche in un processo per diffamazione contro l’ex marito nei tribunali americani, ha dichiarato: «Per chi è stato presente al processo, la decisione e il giudizio non sono una sorpresa. Molto presto, presenteremo ancora più prove negli Stati Uniti per far ottenere giustizia a Amber Heard e difendere il suo diritto alla libertà di parola». >> Altri Gossip

Viviana Parisi e Gioele non sono stati aggrediti: la Procura ne è sempre più convinta

Nuovo Dpcm 2 novembre

Nuovo Dpcm, Conte alla Camera: “Solo misure specifiche per contenere i contagi”