in

Katiuscia, la ragazza dei fotoromanzi degli anni ’70: «Ero la Chiara Ferragni dell’epoca!»

Se facciamo un salto indietro nel tempo, ci chiediamo chi fosse la Chiara Ferragni degli anni ’70/’80 e la risposta è Katiuscia. Nome d’arte di Caterina Piretti, ovvero la ragazzina più famosa dei fotoromanzi. Oggi 63 anni, padre bolognese e madre albanese, ha conosciuto a 15 anni la fama, i soldi, ma anche le droghe pesanti. Qualche giorno fa l’ex star dei fotoromanzi ha fatto due chiacchiere con il settimanale Libero. Insieme hanno ripercorso le tappe più significative della sua vita come il periodo della droga e la salvezza trovata nel figlio. Sono passati tanti anni ma Katiuscia rimane un emblema di un genere molto particolare.

leggi anche l’articolo —> Ema Kovac Instagram mozzafiato in bikini, lato B schiacciato contro il muro: il commento di Gennaro Lillio

katiuscia piretti libero

Katiuscia, la ragazza dei fotoromanzi

Katiuscia dopo tanti anni decide di raccontarsi ai microfoni di Libero senza filtri. Si parte dall’inizio ripercorrendo i primi anni e riferito ai fotoromanzi che l’hanno lanciata commenta: «Un periodo intenso, bellissimo. Eravamo una bella squadra, sempre le stesse persone, una famiglia. È stato un grandissimo successo inaspettato». L’ex fotomodella guadagnava numeri impressionanti, circa 250milioni di vecchie lire all’anno, tant’è che il giornalista azzarda paragonandola alla Chiara Ferragni dell’epoca. «In effetti… C’ ero solo io famosa, avevo 15 anni. Le ragazzine si rifacevano al mio modo di essere. Non ero la più bella, ero trasgressiva ma non ero bambocciona», risponde Katiuscia.

La chiacchierata finisce inevitabilmente sul discorso droga. L’ex fotomodella ha sofferto per molti anni di problemi di dipendenza. Ai microfoni di Libero ha raccontato come sia stato l’amore per suo figlio a riportarla sulla retta via. «Sono stata sempre molto curiosa e spregiudicata. Le due cose insieme sono una bomba a mano. Ho sperimentato tanto. Poi sono arrivata a un bivio: o andavo in India a finire la mia vita drogandomi o smettevo completamente. Ho scelto la seconda, anche perché avevo una motivazione fortissima: mio figlio, che all’epoca aveva sei anni. Non era scontato. Forse bisogna sempre toccare il fondo per risalire. Ah, poi c’ è il buddismo, che mi dà un forte equilibrio».

katiuscia piretti libero

Cosa fa nel 2020?

Katiuscia racconta come anche il suo compagno di allora fosse abbastanza spregiudicato e con poco sennò, ma il tempo passa e tutto si supera. Si cambia argomento e si passa all’attualità. Cosa fa l’ex fotomodella nel 2020? «La mia vita pre-Covid, che spero ritorni presto, consiste nel fare fiere del fumetto, dove vendo quadri e stampe. Giro tutta l’ Italia. E poi ho un negozio a Lucca in cui vendo bicchieri». Un bel cambio di stile, ma alla domanda se vorrebbe andare in televisione o riprendere la fama di un tempo risponde di no. Katiuscia è soddisfatta della sua vita. leggi anche l’articolo —> Jane Alexander foto a letto con Benedetta Mazza, colazione in accappatoio: «Posso venire anch’io?»

Chiara Ferragni ammette: «La cellulite? Ce l’abbiamo quasi tutte», e mostra la sua

marco carta fidanzato

Marco Carta fidanzato, finalmente il bacio su Instagram: «Non mi è mai piaciuto sbandierare, ma…»