in

Libero De Rienzo, spunta il suo ultimo post sui social: in casa sua rinvenuta eroina

«Era eroina quella trovata nell’appartamento». Inaspettati sviluppi sulla morte di Libero De Rienzo. A Roma, in casa dell’attore, rinvenuto cadavere giovedì scorso in casa, dopo la segnalazione di un amico, era stata notata dai Carabinieri una bustina con polvere che da quanto si apprende sarebbe eroina. La procura indaga: disposto l’esame tossicologico, domani l’autoptico.

leggi anche l’articolo —> Chi era Libero De Rienzo, vita privata e carriera: tutto sull’attore napoletano

libero de Rienzo

Libero De Rienzo causa morte droga in casa sua: spunta il suo ultimo post

È una sostanza stupefacente quella contenuta in una bustina trovata all’interno dell’abitazione di Libero De Rienzo, l’attore stroncato da un infarto. La conferma arriva in queste ore da fonti della Procura di Roma, mentre si attende l’esame tossicologico per sapere se l’attore avesse assunto o meno stupefacenti. Una sola dose non può determinare la morte, ma se combinata con altro sì. Repubblica scrive: “Si tratta di una singola dose, conservata in una bustina di cellophane, con un principio attivo piuttosto basso, intorno al 10 per cento e priva di sostanze da taglio particolari”. L’autopsia sul corpo dell’interprete sarà decisiva e chiarirà le cause del decesso. La famiglia ha nominato un perito di parte. Come scrive “Il Secondo di Italia” “il RIS (Reparto Investigazioni Scientifiche), da una prima verifica, ha però contemporaneamente appurato l’assenza di tracce di droga addosso all’attore. Nella giornata di oggi i magistrati hanno invece delegato l’autopsia, affidandola al medico del policlinico Gemelli De Giorgio, e l’esame sarà effettuato domani”.

libero de Rienzo

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per “morte in conseguenza di altro reato”

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per “morte in conseguenza di altro reato”. Intanto suona come criptico un messaggio dell’attore sui social postato prima di morire: «Notte africana. Tanto vale accendersi un fuoco in bocca», sono le parole che De Rienzo ha scritto intorno alle 4 del mattino del 14 luglio. La foto mostra un posacenere pieno di sigarette. La moglie dell’attore, la costumista e scenografa Marcella Mosca, avrebbe parlato di un passato problematico di De Rienzo. Nell’appartamento i Carabinieri hanno rinvenuto anche alcuni medicinali, che sembrerebbero dei tranquillanti, anche questi al vaglio delle forze dell’ordine. A trovare il cadavere di Libero De Rienzo un amico, che era stato allertato dalla moglie, che fuori con i figli non riusciva a mettersi in contatto con l’attore. Leggi anche l’articolo —> Libero De Rienzo, la morte si tinge di giallo: la Procura di Roma apre un’inchiesta

 

obbligo vaccinale docenti

Obbligo vaccinale per i docenti, i giuristi lo chiedono a Draghi con una lettera

Condanna a Ciontoli, la Corte di Cassazione: “Agì con pervicacia e spietatezza”