in

“Lui è peggio di me”, il nuovo sit-show di Giallini e Panariello: cast, idea e curiosità sul programma

Debutta questa sera, 4 febbraio 2021, il nuovo sit-show di Rai3 Lui è peggio di me: nato da un’idea di Marco Giallini e Giorgio Panariello, il programma vede i due attori insieme per la prima volta in una combinazione imperdibile che si rinnoverà per quattro puntate, ogni giovedì alle 21.20. Tutto parte da Instagram e da quella chiusura forzata in piena pandemia: “È grazie a quelle dirette fatte durante il lockdown che abbiamo capito di funzionare bene insieme”, hanno riferito all’Ansa i protagonisti.

Leggi anche >> Giorgio Panariello ferita dolorosa: «L’ho scoperto per la cattiveria dei miei compagni di scuola»

lui è peggio di me rai3

“Lui è peggio di me” da stasera su Rai3: Giallini e Panariello in uno show tutto nuovo

Nello scoprirsi più simili di quanto immaginino Marco Giallini e Giorgio Panariello decidono di dar vita ad uno spettacolo inaspettato in cui monologhi, interviste, canzoni e gag vengono condivisi con gli ospiti in un clima tra la sitcom e lo show tv. Nella puntata di questa sera, la prima di Lui è peggio di me (Rai3), ad omaggiare i padroni di casa un nutrito parterre: Marracash, Kasia Smutniak, Antonello Venditti, Francesco De Gregori, Paola Turci, Piero Dorfles, Marco Travaglio e Filippo La Mantia. In “due studi televisivi distinti ma attigui”, gli ospiti passeranno “da un lato e dall’altro”. “Saremo vicini di studio, – ha spiegato Panariello – la mia parte sarà più di late show, con interviste e piccoli monologhi. Da Marco si suona, c’è musica, lui è un esperto, un grande musicista, ci sono cantanti ospiti. Lui farà casino, io cercherò di fare interviste. Tra me e Marco ovviamente ci saranno dialoghi e scambi. Ci incontreremo sul pianerottolo, che sarà un po’ la nostra zona franca”.

lui è peggio di me rai3

Giorgio troppo pignolo, Marco distratto e ritardatario

Ma chi è peggio dell’altro? “Giorgio – dice Gialliniè troppo pignolo, scrupoloso. Peggio di me, oppure meglio probabilmente”. “Marco – sostiene invece Panarielloè più distratto e ritardatario, sente le cose differentemente, viene dal cinema e ha tempi differenti. La prima sera se ne è andato chiedendosi come faceva Pippo Baudo ai suoi tempi, fare TV è difficile”, ammette. Quali saranno i temi trattati? È Panariello a rispondere all’Ansa: “Cercheremo di stare più lontani possibile dalla realtà, per staccare il cervello e far dimenticare il tutto. Quanto ai temi autobiografici, nei monologhi inseriremo quello che siamo stati e che siamo, verranno fuori anche vicende personali che tratteremo insieme. Potrebbero anche esserci tematiche dolorose. Fa parte della vita. Io e Marco abbiamo scoperto nelle nostre diversità passati simili, ad esempio abbiamo entrambi perso un fratello”. >> Marco Giallini e la lunga gavetta: «Quando per un ruolo sceglievano un altro, scaricavo le bibite, facevo cento lavori!»

lui è peggio di me rai3

Seguici sul nostro canale Telegram

governo draghi Renzi

Governo Draghi, Renzi quale ministero chiede? L’indiscrezione sul nuovo esecutivo

Memo Remigi Barbara D'Urso

Memo Remigi e la sua verità sulla storia con Barbara D’Urso: «Mia moglie mi cacciò di casa!»