in

Bologna, madre e figlio trovati morti in casa, non si vedevano da mesi

La tragica scoperta è avvenuta ieri, 14 luglio 2021, a Bologna. Madre e figlio sono stati trovati morti nella loro casa. I parenti non avevano loro notizie da mesi, ma nulla di strano in realtà: i due erano molto riservati. Poi però dopo tempo senza risposte, una parente ha deciso di denunciare la scomparsa alle forze dell’ordine. Si indaga sulle cause della morte.

madre e figlio trovati morti

madre e figlio trovati morti (da quotidiano.net)

Madre e figlio trovati morti in casa a Bologna

Laura Mingozzi, figlia della sorella del defunto marito di Maria Giovanna, non aveva notizie dei parenti da mesi, addirittura da Natale. All’inizio non ha avuto alcun sospetto: madre e figlio erano molto riservati. Poi però dopo mesi di telefonate senza risposte, Laura ha deciso di sporgere denuncia e ieri ha accompagnato i carabinieri alla porta dell’appartamento al penultimo piano di uno dei palazzoni bianchi e rosa di via Salgari, al Pilastro, al civico 19. I militari hanno aperto la porta dell’appartamento e hanno fatto l’atroce scoperta.

“Mi sembra di essere in un film, ma anche se fa male dirlo, il finale me lo aspettavo già – ha ammesso Laura, triste per la perdita subita – appena i carabinieri hanno aperto la porta e hanno detto ’Le scarpe sono qui’ ho perso ogni speranza, ho capito quello che era successo”. Laura ha spiegato che le vittime “erano persone molto chiuse, il loro rapporto non ammetteva altre persone. Anche con noi, che siamo i loro unici parenti, non volevano avere molto a che fare. Per questo non ci siamo preoccupati troppo quando, dopo che ci siamo visti a Natale, hanno smesso di rispondere alle telefonate o ad aprirci quando ci siamo presentati qui di persona”.

ARTICOLO | Scoperti due cadaveri nella villa di Miami Beach dove venne ucciso Versace

ARTICOLO | Muore mentre si scatta un selfie pericoloso: la modella aveva 32 anni

Grugliasco sbranata

Riccardo Ziveri e Maria Giovanna Pulega morti in casa

Da una prima analisi sembra che i due corpi senza vita fossero rimasti lì per due mesi o addirittura di più. Nessuno ha avuto più notizie dei due da gennaio. Sono morti in casa loro Riccardo Ziveri, 48 anni, e sua madre Maria Giovanna Pulega, 72. I carabinieri hanno trovato la donna stesa nel letto, a quanto si apprende morta per cause naturali. Lui invece era riverso all’ingresso del bagno di casa. Per ora gli investigatori hanno escluso la pista di un omicidio-suicidio. Sembra piuttosto che uno dei due sia morto all’improvviso e l’altro non abbia retto allo choc della perdita.

Madre e figlio non avevano mai lavorato e vivevano della pensione del padre morto sei anni fa. Laura ha descritto i parenti come persone molto riservate che amavano stare insieme, lontani dal mondo e da altri individui. “Erano persone invisibili: niente lavoro, niente amici, nessuna attività se non andare a messa ogni tanto. Abbiamo fatto il possibile negli anni per stare loro vicini, soprattutto a mio cugino Riccardo, che era generoso e sensibile e aveva anche una laurea in Arte al Dams, un potenziale che non ha mai espresso. Purtroppo non ci è stato concesso”, chiude Laura.>>Tutte le notizie

Justine mattera e Paolo limiti

Justine Mattera, a distanza di anni la confessione sulla prima notte con Paolo Limiti

Decreto Sostegni bis: le misure e gli aiuti in arrivo