in

Matteo Salvini Venezia 77, in smoking per Francesca Verdini: il bacio sul Red Carpet

Matteo Salvini Venezia 77, arrivo in “grande stile”. Il leader della Lega e Francesca Verdini sbarcati al Lido per assistere alla proiezione di ‘Padrenostro’, la pellicola con protagonista Pierfrancesco Favino, diretto da Claudio Noce, ispirata alla vicenda vera dell’attentato del 14 dicembre del 1976 al vice questore Alfonso Noce, padre del regista, per mano dei Nuclei armati proletari, in cui sono morti il poliziotto Prisco Palumbo e il terrorista Martino Zichittella. Un ruolo importante per Favino chiamato ad interpretare ancora una volta personaggi storici: è stato Bettino Craxi in “Hammamet” di Gianni Amelio e il pentito Buscetta de “Il Traditore” di Marco Bellocchio.

leggi anche l’articolo —> Georgina Rodriguez a Venezia, svista nel look: l’etichetta sbuca dal vestito total white

Salvini Venezia

Matteo Salvini Venezia 77, in smoking per Francesca Verdini: il bacio sul Red Carpet

«Sono qui per trascorrere tre ore di relax, godermi un bel film, fare contenta Francesca – le cose intelligenti le decide sempre lei – passare una bella serata», ha dichiarato Matteo Salvini. «Nessuna manipolazione politica, mi aspetto di divertirmi, a me Favino come attore piace molto», ha aggiunto il leader della Lega, rispondendo a distanza a Pierfrancesco Favino, che aveva sottolineato di non averlo invitato e di augurarsi che questo non diventasse il pretesto per bollare il film in gara “Padrenostro” ‘pro poliziotti’.

Il segretario del Carroccio si è presentato a Venezia 77 in smoking scuro. Scarpe lucide e mascherina con il leone di San Marco. Sorridente, disponibile ma un “tantino ingessato”: «Se sto a mio agio? Non tanto, a dire il vero è la terza volta in vita mia che indosso uno smoking, l’ho fatto alla Scala e al Quirinale», ha detto ai giornalisti e fotografi presenti al Lido. Prima di arrivare per “Padrenostro” il leghista ha confidato di aver fatto una riunione con gli imprenditori di Venezia: «Ne faremo una capitale mondiale della cultura, una capitale del turismo intelligente e di qualità». Era entusiasta all’idea di ripartire con il cinema in presenza «come anche con l’arte e lo spettacolo perché, contrariamente a quello che si diceva, con la cultura si mangia».

Salvini Venezia 77

«Cinema in presenza? Contrariamente a quello che si diceva con la cultura si mangia»

Il segretario leghista e Francesca Verdini sono approdati al Darsena Excelsior a bordo di un vaporetto tenendosi per mano. I paparazzi non hanno potuto fare a meno di immortalare i continui baci di lui alla dolce metà. Salvini non è certamente un habituè di eventi di questo tipo: sempre con Francesca Verdini il senatore milanese aveva partecipato alla Prima della Scala l′8 dicembre dell’anno scorso e, nel febbraio del 2018, si era recato al Teatro Ariston di Sanremo con la ex, la conduttrice Elisa Isoardi. Leggi anche l’articolo —> Giulia De Lellis “come una diva” a Venezia: riflettori puntati su di lei, ma l’abito è copiato

Salvini Venezia 77

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Covid, il bollettino oggi: 1.733 nuovi casi e 11 morti

ludovica pagani

Ludovica Pagani come una tigre in costume sul letto: «La tua rarissima bellezza è magnetica»