in

“Meloni rana, vacca e scrofa”, gli insulti di un docente universitario alla leader di FdI [VIDEO]

“Meloni rana, vacca e scrofa”. È scandaloso che nel 2021 ci si rivolga ancora così ad una donna. Per di più pubblicamente. Giovanni Gozzini, professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive dell’Università di Siena, in collegamento con la trasmissione “Bene bene Male male”, in onda sull’emittente Controradio ha dichiarato: «Ieri sera m’è preso il mal di miserere quando ho sentito quell’ortolana della Meloni (…) Datemi dei termini: una rana dalla bocca larga? Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire?». Il docente si è poi scusato con il presidente di Fratelli d’Italia. Solidarietà da tutto il mondo della politica per l’accaduto. Tra i tanti il portavoce del presidente della Repubblica, Giovanni Grasso, che ha scritto in un tweet: «Gli auguri di morte a Liliana Segre che si vaccina. Ora questo qui contro l’on. Meloni. Contro le donne è sempre più facile… Non sarebbe ora di smetterla?».

leggi anche l’articolo —> Giorgia Meloni ha la laurea? Il curriculum della leader di “Fratelli di Italia”

giorgia meloni

“Meloni rana, vacca e scrofa”, gli insulti di un docente universitario alla leader di FdI [VIDEO]

«Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire?». Queste le parole nei confronti di Giorgia Meloni del professor Gozzini, che ha poi cercato di rimediare: «Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese». E ancora: «Presento le mie scuse per il linguaggio usato durante la trasmissione. Non è mio costume, né come ospite storico della trasmissione di Controradio né in altra sede promuovere un linguaggio che non sia più che rispettoso nei confronti di tutti». La Meloni, dal canto suo, aveva manifestato tutta la sua indignazione: «Ma a voi sembra normale che un docente universitario usi un linguaggio simile? Vi immaginate se queste frasi fossero state rivolte nei confronti di una qualsiasi esponente di sinistra cosa sarebbe accaduto? Come donna e come politico, sono veramente stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni. P.S. il Rettore dell’Università di Siena e il Ministro dell’Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore», si legge in un post al vetriolo della leader di Fratelli di Italia, che ha ricevuto tanti messaggi di supporto.

Solidarietà dal mondo della politica

«Esprimo la mia solidarietà a Giorgia Meloni per gli incredibili e inqualificabili insulti ricevuti. Ancora più gravi perché venuti da un docente universitario. Fermiamo questo odio e queste vergogne quotidiane. Oggi contro una donna, leader politica, ieri a Trieste contro una persona omosessuale vittima di aggressione, l’altro ieri contro Liliana Segre. Basta», ha dichiarato il deputato e Tesoriere del Pd Walter Verini. «Che un professore universitario possa liberamente offendere e pesantemente insultare un politico italiano, leader di partito nonché donna, perché evidentemente non ha idee ne’ argomenti, merita una seria riflessione e una ancor più rapida azione. Si può dissentire dalle opinioni, ma la volgarità e la derisione sono scorciatoie indecenti ancor più se usate da un uomo verso una donna. La mia solidarietà a Giorgia Meloni. Chi insulta lei, insulta tutte noi». Ha dichiarato Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

Solidarietà anche dal Capo di Stato, a cui la Meloni ha rivolto un pensiero: «Ringrazio il Presidente Mattarella che mi ha telefonato per esprimermi personalmente la sua solidarietà in seguito agli insulti osceni ricevuti oggi. È un gesto che ho apprezzato molto, e che ribadisce con fermezza il limite invalicabile, in una democrazia, tra critica e violenza». Leggi anche l’articolo —> Giorgia Meloni infortunio: cosa è successo davvero alla leader di Fratelli di Italia

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Badanti scomparsi a Siracusa: i loro cadaveri nella villetta degli orrori per 7 anni

Treviso

Treviso si getta dal ponte con il figlio in braccio, lei muore: il bimbo è gravissimo