in

Morte Mario Biondo: nuovi dubbi su terza autopsia, ancora sconosciuta ora del decesso

Morte Mario Biondo news Le Iene: “non è suicidio”. La famiglia del cameraman palermitano trovato morto a Madrid nel 2013 torna a ripeterlo. Sette anni dopo è stata compiuta la terza autopsia sul suo corpo e Le Iene sono tornate a parlare del caso e di tutti i suoi punti oscuri mai chiariti. Per gli inquirenti si è trattato di suicidio, una conclusione che la famiglia non accetta, convinta fortemente si sia invece trattato di omicidio.

Mario Biondo ipotesi droga: non assumeva sostanze stupefacenti

La signora Santina Biondo, mamma di Mario, ancora una volta lo ha ribadito con forza:Noi non ci fermiamo. Non è giusto giocare sulla vita di nostro figlio. Chiunque ha capito che si è trattato di un omicidio, che ci sono state manipolazioni…”. Come il programma Mediaset ha evidenziato, “Ci sono ancora bugie, zone d’ombra e fatti inspiegabili da chiarire”. La famiglia Biondo ha anzitutto voluto puntualizzare che “Mario non era un assuntore di cocaina o alcolici”, come ha stabilito un esame tossicologico che, di fatto, ha smentito quanto riferito agli inquirenti spagnoli dalla moglie di Mario Biondo. Raquel Sanchez Silva, showgirl spagnola sposata dal 2012 con il cameraman palermitano, qualche giorno dopo il rinvenimento del corpo aveva infatti lasciato intendere ciò alla polizia spagnola. “Quando l’ho conosciuto, lui era consumatore abituale di cocaina. L’ultima volta che l’ha fatto è stato tre settimane fa”, aveva detto.

cadavere mario biondo

Mario Biondo: il ritrovamento del cadavere e i tanti punti oscuri mai chiariti

L’anomala scena del rinvenimento del corpo senza vita di Mario, ha dalla prima ora portato i suoi familiari ad escludere categoricamente la tesi del suicidio. Tutti conosciamo quella terribile immagine. Fu la stessa signora Santina, appena entrata in possesso (con grave ritardo per volontà delle autorità spagnole) delle foto scattate nell’appartamento di Madrid, a renderle pubbliche. Mario impiccato alla libreria di casa, sulle cui mensole nessun oggetto era fuori posto, con una pashmina di seta legata attorno al collo. I suoi piedi toccavano il pavimento, gli ematomi sul collo e sulla tempia e il nodo del foulard decisamente incompatibili con la morte per impiccamento. E poi, “Mario non aveva nessun motivo per suicidarsi. Aveva appena venduto un nuovo programma scritto da lui, stava organizzando le vacanze a Formentera e la sera prima di morire aveva passato più di un’ora a messaggiare serenamente con i suoi fratelli”, si è detto a Le Iene nella puntata andata in onda nella puntata del 2 giugno 2020.

mario biondo genitori

Nuovi dubbi sulla terza autopsia: ipotesi reperti contraffatti

Anche l’esito della terza autopsia ha confermato il suicidio. Ma mamma Santina non ci sta, e solleva numerosi dubbi sulla attendibilità di siffatto referto. I campioni di tessuto allegati all’autopsia in primis: “Più della metà avevano il numero contraffatto … Un 51-13 è stato fatto diventare 57-13. E se si trattasse di reperti che provengono da due cadaveri differenti? È normale che io pensi ci sia stata una manomissione?”, si domanda legittimamente la donna. Poi vi sarebbe un’altra anomalia, di alcuni reperti “doppi”: “Sicuramente si tratta di un altro corpo, è impossibile ci siano due numeri attribuiti alla stessa persona”, ha spiegato l’avvocato Morreale, legale della famiglia Biondo. A seguito di una denuncia della famiglia Biondo, quei reperti sono stati sequestrati per verificare se ci sia stata una sostituzione, come i Biondo ipotizzano.

 

Mai chiarita l’ora della morte, cosa udì la vicina di casa

Altro giallo, l’ora della morte di Mario Biondo. Mai chiarita. Tre diversi documenti stabiliscono orari diversi della morte. “Il primo referto dice alle 4 del mattino, poi abbiamo un certificato di morte che dice alle 6 del mattino”, ha sostenuto Santina Biondo. Verosimilmente Mario aveva cenato alle 22, e la sua morte sarebbe avvenuta dopo la mezzanotte. Una donna vicina di casa disse infatti agli inquirenti spagnoli di avere udito “strani rumori” verso la mezzanotte. Ho sentito respiri forti, gemiti”. Né mai è stato davvero chiarito dove si trovasse Raquel quella notte. “Sono partita il 29 da Madrid e sono arrivata verso le 23 a casa di mia madre a Plasencia”, disse. Secondo quanto riportato da alcuni media spagnoli, invece, lei quella notte sarebbe stata a Madrid a casa di un suo amico, Finca de Sarasola. Al suo fianco quando la showgirl tornò a casa a Madrid il giorno in cui il marito Mario Biondo fu trovato cadavere in casa dalla domestica. Potrebbe interessarti anche —> Morte Mario Biondo news, la madre pubblica la foto del cadavere: «Dimostra l’omicidio!»

 

nina moric figlio

Nina Moric figlio, il primo piano scatena il social: «Sembra il dipinto di Lucifero quando piange!»

enrico brigando

Enrico Brignano: «Recitare con la mascherina? I topi da ministero farebbero meglio a stare zitti»