in

Nuovo Dpcm marzo 2021, conferenza stampa nel pomeriggio: cambiano le regole sulla scuola

Oggi, 2 Marzo 2021, il Premier Mario Draghi ha firmato il nuovo Dpcm con le restrizioni anti Covid che entrerà in vigore da sabato 6 marzo fino al 6 aprile. Le nuove regole saranno comunicate, alle 18.45, dal ministro della Salute Roberto Speranza e dal ministro degli affari regionali Maria Stella Gelmini. Il Premier non prenderà parte alla conferenza stampa. All’incontro con i giornalisti parteciperanno anche il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, e il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli. Al momento uno dei nodi più spinosi è quello della scuola. Nel nuovo Dpcm molto probabilmente si parlerà di regole più rigide per quante riguarda le loro riaperture.

terza ondata covid

Nuovo Dpcm marzo 2021: linea dura sulle scuole

Il nuovo Dpcm entrerà in vigore dal 6 marzo 2021 e resterà valido fino al 6 Aprile, ovvero fin dopo le feste legate alla Santa Pasqua. La linea resta rigorosa con un inasprimento delle misure a partire dalla chiusura di tutte le scuole. Alla fine, come riportato dal Corriere della Sera, la cabina di regia riunita a Palazzo Chigi ha accolto il parametro proposto dal Cts: le regioni gialle e arancioni che hanno oltre 250 casi di Covid ogni 100 mila abitanti per almeno 7 giorni di fila devono chiudere le scuole e mandare a casa gli studenti. Didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado anche nelle regioni rosse. Il provvedimento può scattare anche solo per province o comuni, non necessariamente per una intera regione.

ARTICOLO | Giorgia Meloni si scaglia contro il governo Draghi: “Scavalca il Parlamento”
ARTICOLO | Emilia-Romagna salgono i contagi, Merola: “Bologna sarebbe già da zona rossa”

Quarta ondata Covid, ora aumentano gli scienziati che la “vedono” all’orizzonte

Gli altri provvedimenti

Con il nuovo Dpcm di marzo 2021 resta il coprifuoco dalle 22 alle 5 con le solite eccezioni, ovvero lavoro, salute e necessità. Rimane in vigore anche il divieto di spostamento tra le regioni, almeno fino al 27 marzo. Vietato anche andare da amici e parenti in zona rossa. Molto probabilmente non riapriranno neanche le palestre e le piscine. Anche gli stadi dovrebbero restare chiusi al pubblico. Quasi sicuramente rimarrà vietata l’apertura serale in zona gialla di bar e ristoranti. In zona arancione e rossa, questi tipi di strutture rimarranno chiusi anche di giorno e sarà consentito solo l’asporto. Infine, dovrebbe essere confermata anche la bozza che prevede la chiusura in zona rossa di parrucchieri e barbieri. >> Altre News

Covid, il bollettino di oggi: 17.083 nuovi casi e 343 morti, salgono le intensive

Amadeus

Amadeus e quei particolari riti scaramantici prima di salire sul palco