in

Peppino Mazzotta: vita privata e carriera dell’ispettore Fazio di Montalbano

Peppino Mazzotta è un attore italiano conosciuto soprattutto per il suo ruolo all’interno della serie Tv Il Commissario Montalbano, tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. Peppino interpreta l’ispettore Fazio, collaborato del commissario Montalbano. Naturalmente Mazzotta ha alle sue spalle una carriera molto lunga e ricca di successi. L’attore si divide tra teatro, cinema e televisione.Otre alla recitazione, Mazzotta coltiva da sempre la passione per la musica. Ha studiato per imparare a suonare il corno. L’attore è molto riservato e per questo sulla sua vita privata si conoscono pochissime informazioni. Nonostante ciò alcune curiosità sulla sua vita sono venute fuori attraverso diverse interviste. Ecco cosa si sa su Peppino Mazzotta.

Leggi anche –> Andrea Camilleri, i 5 libri dello scrittore siciliano da leggere assolutamente

La vita privata di Peppino Mazzotta

Peppino Mazzotta è nato a Domanico, in provincia di Cosenza, il 20 maggio 1971. Ha 48 anni ed è del segno del Toro. Ha studiato architettura presso l’università di Reggio Calabria. Dopo di che si iscritto ad una scuola di recitazione a Palmi per inseguire una delle sue più grandi passini: l’arte drammatica. In seguito, a Napoli, ha formato la compagnia Rosso Tiziano insieme ad altri cinque colleghi dell’Accademia di Palmi, con i quali ha lavorato per ben 10 anni. Nel 2003 ha fondato la compagnia teatrale Teatri del Sud. Per quanto riguarda la sua vita sentimentali si sa soltanto che ha una compagna. Sull’identità della donna non si sa praticamente nulla, forse è un’attrice di teatro anche lei. Da oltre 20 anni ha abbracciato la fede buddhista: «Ho fatto questa scelta, maturata pian piano. Il Buddhismo è stato per me un riferimento nei momenti più critici».

La carriera di Peppino Mazzotta

Peppino Mazzotta è conosciuto soprattutto per aver interpretato, in tutti i film per la TV della serie Il commissario Montalbano realizzati fino ad oggi, l’ispettore Giuseppe Fazio, uno dei protagonisti della serie dei libri di Andrea Camilleri sul commissario Salvo Montalbano. Nell’estate 2012 ha ricevuto il premio Annibale Ruccello con lo spettacolo teatrale Radio Argo. Nel novembre 2014 ha ottenuto il premio nazionale Vincenzo Padula ad Acri. Nel 2014 ha interpretato il ruolo di un imprenditore colluso con la criminalità calabrese nel film Anime nere di Francesco Munzi presente alla 71ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Per questo film è stato candidato al Nastro d’argento al migliore attore protagonista.

Leggi anche –> La casa di carta, terza stagione: questa sera l’anteprima a Piazza Affari

amatrice

Ricostruzione Amatrice, Pirozzi a Mattarella: «Metta il Governo alle strette, offro supporto fisico»

Andrés Gil età, fidanzata, vita privata e carriera dell’attore nel cast di Don Matteo