in

Piemonte corruzione sistema sanitario, appalti truccati nelle Asl: 19 indagati, 30 ospedali perquisiti

Corruzione e appalti truccati hanno scosso il sistema sanitario del Piemonte dove sono stati perquisiti circa una trentina di ospedali e indagate 19 persone. A finire nel mirino della Guardia di Finanza la fornitura di camici e altri prodotti medici da parte di una multinazionale veneta. L’accusa per le Asl piemontesi – nell’indagine soprannominata “Molosso” – è di turbativa d’asta e corruzione. Interessate, in particolare, le province di Torino, Novara e Alessandria, dove sono scattate le perquisizioni di una trentina di ospedali, Asl e abitazioni private. Sequestrati anche, in via preventiva, conti correnti riconducibili a tangenti ricevute da parte di uno degli indagati di Torino

Leggi anche >> Bologna, sigilli allo storico ristorante Nonno Rossi e arresti domiciliari per i proprietari

piemonte corruzione

Piemonte corruzione sistema sanitario: gare truccate

Le ipotesi di reato a carico degli indagati, secondo gli inquirenti, avrebbero gravi ripercussioni patrimoniali ed economiche sull’intero servizio sanitario nazionale, mentre di contro a trarne vantaggio sarebbero un’azienda torinese e una multinazionale veneta leader nel settore della fornitura di prodotti ed apparecchiature mediche. Sotto indagine anche alcune gare d’appalto sospette lanciate per favorire la multinazionale coinvolta nell’indagine. L’aggiudicazione delle gare da parte della multinazionale avrebbe fruttato alla stessa guadagni milionari per la fornitura di camici e divise per medici e infermieri.

Ben 5 le società coinvolte

All’ospedale di Alessandria, in particolare, le indagini hanno portato ad individuare un coordinatore infermieristico, membro della commissione per la gara d’appalto per l’aggiudicazione della fornitura di prodotti e apparecchiature mediche per la chemioterapia che – stando alle indagini – avrebbe favorito una specifica società. Coinvolte nell’operazione degli uomini del 1° nucleo operativo metropolitano della Guardia di Finanza di Torino ben 5 società. >> Coronavirus in Piemonte, ambulanze a rischio fermo: «Mancano mascherine e tute protettive»

Giorgia Meloni: “Il governo vuole mettere a tacere il centrodestra. C’è una deriva pericolosa”

claudia dionigi

Claudia Dionigi Instagram favolosa in minigonna, inquadratura dal basso: «Anvedi Lady Cobra…»