in

Proroga dello stato d’emergenza fino a marzo 2022, cos’è e perché serve: verso l’ok del governo

Mario Draghi accelera. Con due settimane di anticipo sulla scadenza del 31 dicembre, il premier è pronto a portare in Cdm oggi pomeriggio alle 17 la proposta di una proroga dello stato d’emergenza fino alla fine di marzo. La situazione critica dei contagi in salita e la variante Omicron, ha spinto l’attuale esecutivo a spostare in avanti di tre mesi la fine del regime straordinario. Un “norma” questa, consentita in caso di calamità come terremoti e alluvioni, ma anche eventi eccezionali come il Covid-19. Il decreto che la istituisce però ha dei limiti temporali, i quali potranno essere “infranti” soltanto con l’introduzione di una norma primaria.

leggi anche l’articolo —> La “carta” Figliuolo, all-in di Draghi per il Quirinale: retroscena esplosivo sullo “stato d’emergenza”

proroga stato emergenza

Proroga dello stato d’emergenza, cos’è e perché serve

Che cos’è la proroga dello stato d’emergenza? Per quale ragione serve? Sono i tanti interrogativi che si stanno ponendo gli Italiani in queste ore. Alla vigilia dell’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per varie categorie di lavoratori, il premier Draghi si è convinto ad un slittamento di altri tre mesi. Un modo per traghettare il Paese fuori dalla stagione più fredda. Con la dichiarazione dello stato d’emergenza, infatti, sono snellite notevolmente le procedure di approvazione di leggi e decreti. Il governo può inoltre disporre di misure sanitarie, come l’obbligo delle mascherine all’aperto o il distanziamento sociale, e ricorrere agli ormai celebri Dpcm. Con lo stato di emergenza vengono anche autorizzate le ordinanze di Protezione Civile così da poter agire con poteri straordinari per tutelare la salute dei cittadini. Esso tiene in vita anche gli organismi creati per far fronte alla pandemia. Come il commissario straordinario e il Comitato Tecnico Scientifico, istituito il 5 febbraio 2020 e poi modificato, nella sua composizione, il 17 marzo 2021. Come dicevamo in apertura, lo stato d’emergenza ha però un limite temporale: si tratta di 24 mesi. Per spingere in avanti la data, vale a dire fino al 31 marzo 2021, il governo dovrà far ricorso ad una norma primaria.

proroga stato emergenza

Draghi accelera, verso l’ok del governo alla proroga dello stato d’emergenza

A regolare lo stato di emergenza, che viene deliberato dal Consiglio dei ministri su proposta del premier, come ricorda “TgCom24”, è il comma 3 dell’articolo 24 del Codice di Protezione Civile. In esso si afferma che “la durata dello stato di emergenza di rilievo nazionale non può superare i 12 mesi, ed è prorogabile per non più di ulteriori 12 mesi”. Nel caso dello stato di emergenza per Covid le proroghe possibili sono però finite già a luglio del 2021. Già per portarlo fino al 31 dicembre il governo è dovuto intervenire con il decreto legge 105 del 23 luglio (che ha introdotto l’obbligo del Green pass nei ristoranti, cinema e teatri) poi convertito con la legge 126 del 16 settembre. Tre le strade percorribili: un decreto ad hoc con cui si indica la durata del nuovo stato di emergenza, un emendamento ad un provvedimento già in discussione in Parlamento o aggiungendo una norma nel decreto milleproroghe che arriverà a fine anno.

proroga stato emergenza

Perché questa decisione

A guardare gli ultimi dati è più che comprensibile la decisione del premier Draghi, combattuto fino all’ultimo sul da farsi. Una scelta quella dei tre mesi maturata anche valutando le posizioni di partiti come Pd e M5s, che si sono schierati da subito per il sì. A convincere anche il presidente del Consiglio il via libera della Lega, che si era detta inizialmente contraria. «Non do giudizi a priori, aspettiamo i dati», le parole concilianti di Matteo Salvini. L’unica voce contraria resta dunque quella di Giorgia Meloni, leader di FdI: Ma «dopo due anni che emergenza è? Dopo due anni devi  riuscire a combattere la pandemia ripristinando la pienezza dei diritti». Leggi anche l’articolo —> La proroga dello stato d’emergenza divide i partiti, Draghi ad un bivio. La “profezia” di Ricciardi

proroga stato emergenza

 

Seguici sul nostro canale Telegram

magrini Aifa

Covid, l’annuncio di Magrini (Aifa): «Due nuovi vaccini disponibili ad inizio 2022»

Maurizio Stecca

Maurizio Stecca ricoverato in ospedale per Covid: le sue attuali condizioni