in

Scuola in Puglia, Emiliano prolunga dad alle superiori: novità anche per elementari e medie

Puglia Scuola Emiliano Ultime News – 16 gennaio 2021. Il presidente della Regione si appresta a varare una nuova ordinanza. Alle elementari e medie ci sarà la didattica a distanza su richiesta. Il nuovo provvedimento che Emiliano si accinge ad emanare avrebbe la durata almeno di una settimana: «L’ISS chiede di mantenere inalterate le misure di contenimento».

leggi anche l’articolo —> Un milione di vaccinati in Italia: per l’immunità di gregge ne servono 42

puglia scuola emiliano

Scuola Puglia, Emiliano prolunga dad alle superiori: novità anche per elementari e medie

«Verrà prorogata l’attuale didattica digitale integrata al 100% nelle scuole secondarie di secondo grado per almeno un’altra settimana, in modo da contenere ulteriormente la curva dei contagi. Per le scuole primarie e secondarie di primo grado si manterrà come sempre un sistema che consenta alle famiglie che non desiderano la didattica in presenza di ottenere la didattica digitale integrata senza essere obbligati alla presenza». È quanto ha comunicato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con riferimento alla prossima ordinanza sulla scuola che sarà emanata nelle prossime ore. Il governatore si è detto in apprensione: «Siamo estremamente preoccupati per quanto l’Istituto superiore di Sanità ha oggi reso pubblico e per quanto il Governo ha fatto di conseguenza, rendendo più rigide le regole di zonizzazione al punto da mandare in zona arancione molte regioni italiane», ha sottolineato nel corso della giornata di ieri, venerdì 15 gennaio.

puglia scuola emiliano

«L’Istituto superiore di sanità ci chiede di mantenere inalterate le misure di contenimento della curva epidemiologica»

«L’Istituto superiore di sanità ci chiede di mantenere inalterate le misure di contenimento della curva epidemiologica. Ed una delle misure adottate in Puglia per ottenere tale contenimento è l’alleggerimento della didattica in presenza attraverso la libera scelta della didattica digitale integrata da parte delle famiglie che lo desiderino. Tale metodo non impedisce la didattica in presenza per coloro che la ritengono necessaria e, contemporaneamente, non obbliga le famiglie che temono il contagio all’obbligo di frequenza in presenza. È un sistema che certamente richiede grande sacrificio ai docenti nel gestire entrambe le didattiche, ma è anche il miglior compromesso tra due esigenze apparentemente contrapposte che invece in questo modo realizza pienamente il diritto allo studio e il diritto alla salute», ha dichiarato sempre il governatore della Puglia Emiliano. Leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 16.146 nuovi casi e 477 morti nelle ultime 24 ore

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Carlo di Francesco: età, carriera e vita privata del fidanzato di Fiorella Mannoia

Adriana Volpe Magalli

Adriana Volpe: «Ho denunciato Magalli, non lo perdono e aspetto giustizia»