in

Quirinale, il live blog: chi sarà il nuovo presidente della Repubblica?

Quirinale ultime notizie, il live blog sull’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Si apre, e con tutta probabilità si chiuderà, al buio la prima giornata per l’elezione del tredicesimo presidente della Repubblica Italiana. A partire dalle 15 di lunedì 24 gennaio 2022 a Montecitorio hanno iniziato a votare i grandi elettori, diventati 1008 dopo la morte del deputato di Forza Italia Enzo Fasano. La prima elezione in era Covid richiede misure di prevenzione attente: si vota in 50 alla volta, massimo 200 persone in Aula e per i contagiati è previsto il voto drive in nel parcheggio di via della Missione. (Continua a leggere dopo la foto)

Giorni faticosi per Draghi, ora anche l’«Economist» frena la sua corsa al Colle: la frase rubata

Sul fronte del “chi”, resta come detto grande incertezza. Lunedì 24 gennaio 2022 alle 11 c’è stato un primo incontro tra i segretari dei due maggiori partiti, Lega e Pd, poi altri contatti informali martedì 25 gennaio: ma né da Salvini né da Letta sono arrivate dichiarazioni che aprano nuovi scenari. Al momento la partita è tutta “pretattica”, come osserva da alcuni giorni Matteo Renzi.

Dopo le 672 schede bianche della prima chiama, oggi martedì 25 gennaio 2022 si annuncia al buio anche la seconda votazione, prevista per le 15. Alla stessa ora sono previsti due doppi vertici: uno del centrodestra con i leader e uno dei segretari di M5s-Pd e Leu.

Quirinale, Giorgia Meloni: “No a Mattarella bis”, poi fa il nome di Carlo Nordio

Quirinale ultime notizie, il live blog sull’elezione del nuovo presidente della Repubblica

Mercoledì 26 gennaio 2022

11:26 – Fratelli d’Italia si ‘smarca’ dall’indicazione del centrodestra di votare scheda bianca anche nel terzo scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica. I senatori del partito guidato da Giorgia Meloni non stanno infatti rispondendo alla chiama: non lo hanno fatto i primi quattro, vale a dire il capogruppo Luca Ciriani e poi Alberto Balboni, Claudio Barbaro e Nicola Calandrini.

10:33 – Il centrodestra dovrebbe votare scheda bianca anche oggi al terzo scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica. Sarebbe questa l’indicazione ai gruppi, dopo l’incontro di questa mattina tra Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani.

Letta: “Abbiamo buona volontà di trovare una soluzione condivisa”

“Abbiamo voluto dimostrare che abbiamo la buona volontà di trovare una soluzione condivisa. Dato che noi non abbiamo la maggioranza, loro non hanno la maggioranza, quindi bisogna che troviamo una soluzione condivisa, super partes, istituzionale, come abbiamo sempre detto”. Lo ha detto Enrico Letta al termine del vertice ieri sera di Pd, M5s e Leu. “Come ha detto Roberto Speranza,
non abbiamo voluto fare la guerra delle due rose”, ha detto.

“La nostra proposta è, chiudiamoci dentro una stanza e buttiamo via la chiave fino a quando non troviamo una soluzione”, ha detto. “Domani è il giorno chiave, giovedì si arriva alla votazione con il quorum al 51%”, ha detto. “La nostra proposta è terminarla coi tatticismi, chiudersi in una stanza e trovare la soluzione su un nome condiviso super partes e senza forzature, che secondo me dobbiamo tutti evitare”, ha detto.

9:01 – ”Lealtà, velocità e concretezza”. Lo ha affermato Matteo Salvini, rispondendo – ospite di “Agorà” su Rai Tre – a una domanda sull’atteggiamento che vorrebbe vedere nel centrosinistra sulla scelta del candidato per il Quirinale.

8:52 –  Si tornerà a votare alle 11 alla Camera per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Altra giornata d’attesa dopo la terna presentata dal Centrodestra e l’annunciato vertice del centrosinistra con Letta e Conte.

Martedì 25 gennaio 2022

14:15 – Centrodestra verso una terna di nomi per la seconda votazione: Elisabetta Casellati, Carlo Nordio e Marcello Pera. Emerge invece un no a Franco Frattini, altro possibile candidato del Centrodestra: l’alt arriverebbe sia dal segretario Dem Letta sia da Matteo Renzi.

14:07 – Scheda bianca anche oggi? “Vediamo, si stanno incontrando adesso i leader, Conte Letta e Speranza: stamattina c’era un’altra riunione, poi si stabilirà la linea”, dice Luigi Di Maio, interpellato dai cronisti alla Camera. Fitto colloquio, nel cortile di Montecitorio, tra il ministro degli Esteri e un gruppetto di deputati M5S (tra questi Luigi Iovino, Eugenio Saitta, Alessandro Melicchio). Nei minuti precedenti il titolare della Farnesina si è intrattenuto in Transatlantico con il vicepresidente del Movimento 5 Stelle Michele Gubitosa.

10:50 – Fitto colloquio, nel cortile di Montecitorio, tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e un gruppetto di deputati M5S (tra questi Luigi Iovino, Eugenio Saitta, Alessandro Melicchio). Nei minuti precedenti il titolare della Farnesina si è intrattenuto in Transatlantico con il vicepresidente del Movimento 5 Stelle Michele Gubitosa.

10:44 – E’ bene che Draghi “resti a palazzo Chigi e per la presidenza della Repubblica proponiamo dei nomi dell’area di centrodestra, quindi personalità del mondo politico”. Così Riccardo Molinari, capogruppo della Lega alla Camera, arrivando all’incontro con Salvini.

Carlo Nordio, carriera e vita privata: tutto sul candidato Presidente indicato da Fdi

Lega: “Nessuna trattativa tra Salvini e Draghi sul governo”

10:34 – “Non è in corso alcuna trattativa tra il senatore Matteo Salvini e il presidente del Consiglio Mario Draghi a proposito di un presunto rimpasto. E infondato e irrispettoso per il senatore Salvini e per il presidente Draghi immaginare che in questa fase – anziché discutere di temi reali come caro-energia, inflazione, scenari internazionali, opere pubbliche o Covid – siano impegnati a parlare di equilibri di governo”. Lo rende noto la Lega.

“A proposito di Quirinale, il senatore Salvini è al lavoro su alcuni nomi – donne e uomini – di altissimo profilo. Nessuna confusione né perdite di tempo: la Lega vuole essere garante di stabilità, responsabilità e concretezza”, conclude la nota del Carroccio.

9:53 – “Sulla questione della collocazione internazionale dell’Italia non si scherza, Italia Viva non sosterrà candidati che non abbiano un profilo in purezza europeista e atlantista. Lo dico con chiarezza: su questo punto faremo le barricate”. Lo ha detto Matteo Renzi a Radio Leopolda, in diretta a “QuiriTalk” con il direttore Roberto Giachetti e l’editorialista del “Corriere della Sera”, Francesco Verderami.

8:11 – ”Sto lavorando perché nelle prossime ore il centrodestra unito offra non una ma diverse proposte di qualità, donne e uomini di alto profilo istituzionale e culturale, su cui contiamo ci sia una discussione priva di veti e pregiudizi, che gli italiani non meritano in un momento così delicato dal punto di vista economico e sociale”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

17:42 – ”Sono emozionata”. Lo ha detto la senatrice a vita Liliana Segre a Radio Popolare dopo aver votato per il presidente della Repubblica. ”Avendo provato – ha proseguito Segre- a essere la reietta, la condannata, senza colpa, la vita è cosi straordinaria che poi ti porta, da vecchia, a diventare una senatrice a vita e a votare per il capo dello Stato”, ha risposto Segre. La senatrice non ha voluto dire quale scelta abbia compiuto nel segreto dell’urna.

17:05 – Proporremo una rosa di nomi del centrodestra. Non poniamo veti e non accetteremo veti. Lo avrebbe detto Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Fi, spiegando di aver deciso con Matteo Salvini e Giorgia Meloni di votare scheda bianca al primo scrutinio. Non accettiamo veti, è una questione di libertà, di dignità e di democrazia, ha insistito Tajani, che ha aggiunto: la maggioranza dei cittadini italiani, che fanno riferimento al centrodestra, non possono essere considerati di serie B. Non ci sentiamo inferiori a nessuno, pretendiamo rispetto”, ha assicurato.

17:03 – E’ in corso al gruppo M5S alla Camera, in sala Tatarella, un incontro tra il leader M5S Giuseppe Conte e il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani.

Quirinale, oggi il via alle votazioni: Draghi al Colle e patto di legislatura | Retroscena

Renzi: “Incontri Salvini? Ognuno ha il suo stile, quel che conta è il risultato

“Penso che ciascuno abbia un suo stile. C’è chi gli incontri li pubblicizza, c’è chi gli incontri non li fa, chi fa le telefonate, chi fa gli zoom, chi fa gli incontri e non dice, qual che sia la scelta metodologica che uno assume, il punto fondamentale è l’obiettivo. Salvini ha una grande possibilità che è quella di contribuire da eleggere un presidente della Repubblica che dura 7 anni, non 7 giorni. Penso e spero che Salvini come Letta, Conte, Meloni mettano al centro interesse italiani e non singoli partiti”. Così Matteo Renzi alla Camera.

15:56 – “Berlusconi? Ha coraggio, è la sua dote. Ma la dote che gli manca è la pazienza”. Umberto Bossi risponde così ai cronisti alla Camera che gli chiedono della mancata candidatura di Silvio Berlusconi per il Colle.

15:33 – Dopo i grandi elettori che hanno chiesto di poter anticipare il voto per l’elezione del presidente della Repubblica a causa di motivate ragioni di salute, sono stati chiamati i senatori a vita. Erano presenti e hanno votato Elena Cattaneo, Mario Monti, Liliana Segre e Renzo Piano. Assenti, invece, Carlo Rubbia e Giorgio Napolitano.

15:20 – Oggi Matteo Salvini vedrà Enrico Letta e Giuseppe Conte. E’ quanto trapela da fonti della Lega. L’incontro con il segretario del Pd è atteso nel tardo pomeriggio, come emerso nelle scorse ore.

Nella corsa al Quirinale Mario Draghi è il favorito dei bookmakers

La rinuncia di Silvio Berlusconi dà il via alla corsa al Quirinale di Pier Ferdinando Casini: nelle ultime ore la quota del senatore, riporta agipronews, crolla da 13 a 4 sulla lavagna di Ladbrokes, alle spalle del favorito Mario Draghi, che però sale da 1,80 a 2,10. Ancora in gioco la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, a 7, e la ministra della Giustizia, Marta Cartabia a 9. Per i bookmaker si allontana invece l’ipotesi del secondo mandato di Sergio Mattarella, ora a 12 (era a 8). Si gioca a 15 l’elezione del vicepresidente della Corte costituzionale, Giuliano Amato, con il Commissario europeo per gli affari economici Paolo Gentiloni a 17. Spuntano in fondo alla lavagna Franco Frattini e Gianni Letta, entrambi a 21 volte la scommessa.

14:46 – La Lega voterà scheda bianca. È l’indicazione emersa durante la riunione con Matteo Salvini in corso alla Camera. “Confermeremo di essere seri e responsabili”, ha detto il leader del partito.

Quirinale ultime notizie, Carlo Calenda: “Oggi Azione vota Cartabia, no bandiera ma profilo giusto”

“Abbiamo deciso insieme, Azione e Più Europa con i grandi elettori, di non andare scheda bianca ma di votare Marta Cartabia”. Così Carlo Calenda al termine della riunione dei grandi elettori di Azione e Più Europa. “Cartabia ha tutte le caratteristiche per essere un ottimo presidente della Repubblica. Non è una candidatura di bandiera ma una candidatura offerta al Parlamento sulla base di un ragionamento semplice: può rappresentare tutti italiani. Mi appello ai parlamentari e alle parlamentari: questa occasione non va persa, non possiamo continuare a dare uno spettacolo indecoroso di tatticismi, di accordi sottobanco. Non si può andare avanti così”.

quirinale ultime notizie marta cartabia

“Se non votiamo, se non spingiamo su un profilo come quello di Marta Cartabia, se non ora quando? Non voteremo Cartabia perché è donna ma perché ha un profilo perfetto ed è anche donna”.

14:34 – Matteo Renzi ha riunito questa mattina i grandi elettori di Italia Viva. Dall’assemblea viene confermata la decisione di andare sulla scheda bianca alla prima votazione.

14:33 – Incontro tra il premier Mario Draghi e il leader della Lega Matteo Salvini questa mattina. L’incontro non avrebbe avuto luogo nella sede del governo. Fonti di Palazzo Chigi, interpellate sull’incontro, rispondono con un “no comment”.

14:29 – “Indicazione di voto per la giornata odierna: scheda bianca (ovvero senza alcun nome scritto)”, si legge nel messaggio ricevuto oggi dai grandi elettori M5S.

Chi è Marta Cartabia, prima presidente donna della Corte Costituzionale

Renzi, elezione nuovo Presidente “esame di maturità anche per Giorgia Meloni”

Nella complessa partita per l’elezione del presidente della Repubblica “anche Giorgia Meloni si gioca un pezzo di credibilità. Nessuno vuole farle l’esame del sangue ma l’esame di maturità per capire se sei bravo o no a fare politica, è spesso rappresentato molto di più da come gestisci l’elezione del presidente della Repubblica che non da mille elezioni amministrative o sondaggi”. Lo ha affermato il leader di Iv, Matteo Renzi, a “Radio Leopolda”.

14:26 – Fdi presenterà scheda bianca alla prima votazione per il Colle. E’ quanto emerso dalla riunione dei grandi elettori di Fdi in corso alla Camera con Giorgia Meloni.

Seguici sul nostro canale Telegram

omicidio Licata

Tragedia a Licata, 48enne uccide quattro familiari poi si toglie la vita

Letizia Moratti

Chi è Letizia Moratti: carriera, vita privata e curiosità. La biografia completa