in

Come richiedere il reddito di cittadinanza 2021: tutto quello che bisogna sapere

Il reddito di cittadinanza è una misura di sostegno economico indirizzata al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Destinato a tutti quei nuclei familiari formati da cittadini italiani, europei o extracomunitari in regola con permesso di lungo soggiorno e residenti da almeno dieci anni che si posizionano al di sotto della soglia di povertà, è entrato in vigore nel 2019. Secondo gli ultimi studi, dall’inizio dell’emergenza sanitaria la platea degli italiani che ne hanno diritto si è notevolmente ampliata. Proprio per questo, negli ultimi mesi, il beneficio ha subito delle modifiche. Vediamo quindi come richiedere il reddito di cittadinanza 2021. 

Inps Spid

Reddito di cittadinanza 2021, come richiederlo

A causa della pandemia, è possibile fare domanda per il Reddito di cittadinanza 2021 esclusivamente online, e lo stesso vale per la pensione di cittadinanza. Bisogna quindi accedere al sito dell’Inps, andare nella sezione “reddito di cittadinanza/pensione di cittadinanza” e poi procedere fornendo i dati richiesti. Ricordiamo che è necessario autenticarsi tramite il PIN dispositivo, lo SPID, la Carta Nazionale dei Servizi o la Carta di identità elettronica.

In alternativa, è possibile presentare la domanda tramite i CAF, i Centri di assistenza fiscale, oppure dopo il quinto giorno di ogni mese presso gli uffici postali. Per evitare eventuali assembramenti e agevolare la presentazione della domanda presso gli uffici, si consiglia di scaricare e compilare precedentemente la domanda e il modello da consegnare. Una volta ottenuta la carta elettronica del Reddito di cittadinanza 2021, l’importo può essere utilizzato per effettuare prelievi di contante, pagare l’affitto o la rata del mutuo, pagare le utenze domestiche o altri servizi, acquisire beni di consumo e servizi ad eccezione di alcune specifiche categorie.

Non è infatti possibile sfruttarla per l’acquisto, il noleggio o il leasing di navi e imbarcazioni da riporto, di armi, di materiale pornografico e beni e servizi per adulti, di servizi finanziari e creditizi. Poi ancora non lo si può utilizzare per servizi di trasferimento di denaro, servizi assicurativi, articoli di gioielleria, articoli di pellicceria, acquisti presso gallerie d’arte e affini e acquisti in club privati. E’ inoltre vietato l’utilizzo della Carta Rdc all’estero e per gli acquisti online, o mediante servizi di direct-marketing.

ARTICOLO | Lombardia, al via da oggi il vaccino per gli over 65: come prenotarsi

ARTICOLO | Accelera la campagna vaccinale, 15milioni di dosi somministrate in Italia, Gelmini: “Immunità di gregge tra agosto e settembre”

reddito di cittadinanza 2021

I requisiti per ottenerlo

Il beneficio del Reddito di cittadinanza 2021, come gli altri anni, deve essere utilizzato entro il mese successivo a quello di erogazione. L’importo non speso, infatti, viene sottratto nella mensilità successiva nei limiti del 20% del beneficio erogato. In ogni caso, per ottenerlo bisogna rispettare una serie di requisiti. Prima di tutto, per riceverlo bisogna avere un reddito ISEE inferiore ai 9.360 euro annui. Valgono, poi, i requisiti patrimoniali: è necessario infatti avere un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30mila euro; un patrimonio immobiliare non superiore a 6mila euro per i single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia o di componenti con disabilità.

Inoltre, è necessario che nessun componente del nucleo familiare possieda autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc. Oppure motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti, navi e imbarcazioni da diporto.

Chi fa domanda per ottenere il reddito di cittadinanza 2021, come negli scorsi anni, è obbligato a firmare un Patto per il lavoro con cui si impegna ad accettare le offerte proposte dal Centro per l’impiego. Dopo tre rifiuti, infatti, si perde automaticamente il diritto a percepirlo. L’importo varia in base ad alcuni parametri: in generale, una persona che vive da sola arriverà a ricevere circa 780 euro mensili. Cifra che aumenta fino a 1.330 euro per una famiglia composta da due adulti e un figlio maggiorenne, oppure due figli minorenni. Lo si può percepire per 18 mensilità, sempre che si mantengano i requisiti necessari. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Isola Valentina Persia

Domenica Live, parla il fratello di Valentina Persia: “Mia sorella ha avuto una vita drammatica”

Integratori di ferro: perché assumerli?