in

Reggio Emilia, coppia aggredita nella notte: arrestate cinque persone

Nella notte di oggi, 3 Novembre 2020, una coppia è stata aggredita in provincia di Reggio Emilia. I due sono stati bloccati da quattro persone su due scooter, tra Novellara e Correggio. L’uomo, un 43enne marocchino, è stato lasciato sanguinante in mezzo alla strada, mentre la fidanzata, 37enne connazionale, è stata trascinata in una vigna e poi in una casa e violentata. Per la brutale aggressione avvenuta nella Bassa Reggina sono state arrestate ben cinque persone. Le vittime dell’aggressione al momento si trovano ricoverate presso l’ospedale Maggiore di Parma. Il movente che ha spinto gli aggressori al folle gesto è ancora tutto da chiarire, per questo i Carabinieri stanno svolgendo tutte le indagini necessarie.

Leggi anche –> Rapina a Milano: i ladri sono entrati dal pavimento e scappati dal tombino

riccione 17enne annega

Reggio Emilia, una coppia aggredita nella notte

Una coppia ha subito una brutale aggressione in provincia di Reggio Emilia nella notte di oggi 3 Novembre 2020. Bloccati da quattro persone su due scooter, un uomo di 43 anni e una donna di 37 sono stati presi a calci a pugni e sfregiati con coltelli a volto e gambe. Da quanto ricostruito dagli inquirenti, gli aggressori hanno lasciato l’uomo ferito in mezzo alla strada, mentre hanno trascinato in una cascina la fidanzata per poi violentarla. I Carabinieri, avvisati da un passante, sono intervenuti immediatamente sul luogo della segnalazione e hanno arrestato i quattro malviventi e una loro complice, una 25enne residente a Montichiari, tutti nordafricani. A quanto pare aggressori e vittime si conoscevano. La coppia è stata trasferita all’ospedale Maggiore di Parma dove si trova al momento ricoverata.  Il movente di quanto successo è ancora al vaglio degli investigatori.

Reggio Emilia coppia aggredita

Chi sono gli aggressori?

Per l’aggressione alla coppia di fidanzati in provincia di Reggio Emilia, come riportato da Tgcom24, sono stati arrestati: un 29enne e un 24enne, entrambi irregolari domiciliati a Correggio, un 43enne domiciliato a Sant’Ilario d’Enza, sempre nel Reggiano, un 26enne residente a Noceto, in provincia di Parma e una ragazza di 25 anni residente a Montichiari, nel bresciano ritenuta una complice. Le accuse di cui devono rispondere sono sequestro di persona, violenza sessuale, violenza privata e lesioni personali aggravate. Le indagini dei Carabinieri al momento sono ancora in corso per capire il movente della brutale aggressione. >> Altre News

Foto di repertorio

Salvini in Senato: «Per qualcuno la ricetta è chiudere, per noi è curare»

Federica Nargi Instagram, un’opera d’arte in bianco e nero: «Sei pazzesca!»