in

Rivara omicidio suicidio, operaio uccide il figlio di 11 anni e poi si spara: le ‘ragioni’ in lungo post

Omicidio- suicidio nella notte a Rivara, nel Torinese: un uomo di 47 anni ha ucciso il figlio di 11 sparandogli con una pistola illegalmente detenuta per poi rivolgere l’arma verso sé stesso e togliersi la vita. Operaio di un’azienda meccanica, Claudio Baima Poma soffriva di depressione e con un lungo post Facebook avrebbe spiegato le ragioni del suo gesto, rivolgendo le ultime parole all’ex compagna, madre del piccolo Andrea.

Leggi anche >> Covid, il bollettino di oggi: quasi 1.000 positivi in più, +7 in terapia intensiva

rivara omicidio

Rivara omicidio suicidio: in un post Facebook l’addio prima del gesto

“Quando abbiamo iniziato a convivere – scrive il 47enne mettendo nero su bianco i motivi dell’insensato gesto – ero l’uomo più felice del mondo. Mi sembrava davvero una favola, poi è nato Andrea, la nostra vita, il nostro sogno”. “Abbiamo trascorso momenti bellissimi – prosegue l’uomo che strappato alla vita il figlio 11enne – fino a quando ho iniziato ad avere problemi di schiena e di conseguenza un danno permanente alla gamba. Esattamente una settimana prima mi avevi chiesto di sposarti, ma poi hai iniziato ad allontanarti piano piano. Da quel momento sono caduto in depressione e non mi sono più tolto da questo incubo”. “Tutt’ora ho questi problemi. – scrive l’uomo prima della tragedia – Ho parlato a te, la mia compagna, la mamma di mio figlio, la tua risposta è stata: sei esaurito, fatti curare”.

rivara omicidio

“Noi partiamo per un lungo viaggio dove nessuno ci potrà dividere, lontano da tutto, lontano dalla sofferenza”

“Ho perso la mia battaglia contro la depressione. – continua dunque Claudio Baima Poma, autore dell’omicidio suicidio di Rivara – È un vero peccato, non ci mancava niente per poter fare una vita tranquilla e serena senza alcun problema, avere una famiglia normale e per me normale significa perfetta. Io e Andrea non potevamo stare distanti nemmeno un secondo, ogni occasione era buona per stare insieme, non potevo stare senza di lui e nemmeno lui senza di me. Noi partiamo per un lungo viaggio dove nessuno ci potrà dividere, lontano da tutto, lontano dalla sofferenza. Potrai separare i nostri corpi ma non le nostre anime, perché saranno sempre l’una accanto all’altra. Andrea e il suo papà per sempre insieme…”. >> Rossana Rossanda morta: addio alla giornalista e fondatrice de ‘Il Manifesto’

rivara omicidio

referendum propaganda politici

Referendum, la propaganda social dei candidati a urne aperte

coronavirus inghilterra

Coronavirus: seconda ondata in Inghilterra. Lockdown in Spagna e record di contagi in Germania