in

Roberto Speranza minacciato per email: “Ti ammazziamo la famiglia”, 4 indagati

Quattro persone sono indagate perché ritenute responsabili di aver inviato, tra ottobre 2020 e gennaio 2021, numerose email dal contenuto gravemente minaccioso al ministro della Salute Roberto Speranza. I militari del Reparto Operativo del Nas, nelle province di Torino, Cagliari, Varese ed Enna, hanno dato esecuzione a 4 decreti di perquisizione nei confronti di altrettanti cittadini italiani ritenuti responsabili di aver minacciato Roberto Speranza.

Roberto Speranza minacce

Roberto Speranza minacce,

Gli autori delle email indirizzate al ministro della salute sono 4 italiani. Gli uomini, tra i 35 e i 55 anni, sono residenti nel torinese, cagliaritano, varesotto ed ennese. Alcuni di loro hanno precedenti di polizia analoghi allo stesso reato che vede vittima Roberto Speranza. Gli uomini hanno usato indirizzi email gestiti da server ubicati in Paesi extra europei.

Nel corso delle perquisizioni, condotte con il supporto dei Carabinieri dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità e dei reparti dell’Arma territorialmente competenti, le forze dell’ordine hanno sequestrato i dispositivi elettronici degli indagati. A seguito avvieranno i relativi approfondimenti e accertamenti tecnici volti anche a rilevare eventuali collegamenti con altre persone o gruppi.

ARTICOLO | Pandemia e Fisco, come se nulla fosse: tasse alle stelle

ARTICOLO | Covid, al via le prenotazioni online del vaccino in Lombardia: le date in base all’età

Primo Dpcm Draghi

Il motivo della persecuzione nel confronti di Speranza

Le minacce sono di estrema gravità. I quattro indagati hanno offeso il ministro della Salute a causa delle misure e le restrizioni governative adottate in relazione all’emergenza pandemica. Gli uomini hanno usato toni violenti minacciando di morte il ministro Speranza. Il ministro ha denunciato l’accaduto ai carabinieri.

“…Invece che il lockdown ti ammazziamo la famiglia, tu vuoi affamare l’Italia … noi prima o poi ammazziamo la tua famiglia e poi ti spelliamo vivo”. “Sei … da schiacciare da calpestare da odiare e da ammazzare appeso a testa in giù..”. “La pagherete cara per tutto il terrore che state facendo”. “Vi pentirete di essere nati”. “La vostra fine è vicina”. “Non la passerete liscia”. “….farete una brutta fine … se non lo capisci con le buone così posso anche … fartelo capire nell’altro modo … più brutale”. “Signor ministro presto ci vedremo o in tribunale o in obitorio…”.>>Tutte le notizie

partite iva controlli

Pandemia e Fisco, come se nulla fosse: tasse alle stelle

Isola dei Famosi 2021 Awed

Isola dei Famosi 2021, Awed chiede scusa ai compagni: «È stata una settimana particolare»