in

Russia Ucraina, le truppe di Putin a 30 km da Kiev. Zelensky: «Io resto qui»

Russia Ucraina ultime notizie tempo reale – Venerdì 25 febbraio 2022. È quella dell’invasione russa in Ucraina una vicenda che assume contorni sempre più drammatici. Nella notte hanno ripreso a suonare a Kiev le sirene e la gente si è vista costretta a rifugiarsi nei sotterranei. Le stazioni della metropolitana sono diventate bunker improvvisati. Secondo il ministero dell’Interno ucraino, “oggi sarà il giorno più difficile”. I russi ora sarebbero ad una trentina di chilometri da Kiev e si teme che possano presto prendere possesso dei Palazzi del Potere. I villaggi di Horodyshche e Milove, nel distretto di Lugansk, sono stati già occupati dalle forze russe. Per il presidente Zelensky le sanzioni decise dall’Occidente non basteranno a fermare Putin.

leggi anche l’articolo —> Ucraina, le ultime notizie da Kiev: dopo le bombe, un “sinistro” silenzio avvolge la città

Russia Ucraina

Russia Ucraina, le truppe di Putin a 30 km da Kiev. Zelensky: «Io resto qui»

Combattimenti sono in corso a nord di Kiev. L’esercito russo avrebbe sequestrato due veicoli militari ucraini, i soldati hanno indossato le uniformi ucraine e si starebbero spostando verso il centro di Kiev. Sono seguiti da una colonna di camion militari russi. È questo l’allarme lanciato dal viceministro della Difesa ucraino, Hanna Malyar, citata da «Kyiv Independent». L’obiettivo di Putin sarebbe la presa di Kiev, il pieno possesso della capitale. Il viceministro della Difesa ucraina, Hanna Malyar, ha affermato che “le forze russe sono vicine a entrare a Vorzel e nei villaggi attorno alla periferia di Kiev”. Il presidente ucraino chiede una “coalizione contro la guerra” e si è rivolto al gruppo dei Nove di Bucarest domandando aiuti militari e ulteriori sanzioni contro la Russia.

ucraina russia

Cresce la convinzione che lo zar voglia decapitare il governo ucraino

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky nella notte di giovedì 24 febbraio si è presentato davanti alle telecamere per chiedere ancora una volta l’aiuto dell’Occidente, per provare a rassicurare i suoi concittadini, ma soprattutto per annunciare: «Sono io l’obiettivo numero uno del nemico, la mia famiglia è il numero due». I russi sono alle porte di Kiev: «Le squadre di sabotatori sono già penetrate all’interno della città». E ancora: «L’Ucraina è stata lasciata sola a combattere contro l’Armata rossa. Chi è pronto a combattere con noi? Non vedo nessuno. Chi è pronto a dare all’Ucraina una garanzia di adesione alla Nato?». Intanto cresce al Pentagono come al comando Nato di Bruxelles la convinzione che Putin voglia «decapitare il governo ucraino». Zelensky è pronto a sfidare i russi: «Non me ne andrò, resterò al mio posto». Leggi anche l’articolo —> Cos’è la legge marziale approvata dall’Ucraina: l’annuncio di Zelensky

ucraina russia

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Farmacie e offerte speciali: c’è da fidarsi?

profughi ucraina

Dnipro e Kiev città fantasma: arrivati al confine i primi profughi scappati dall’Ucraina