in

Salvini bonghi per coprire il discorso di Soumahoro, il sindacalista: «Ci vedremo in tribunale»

Il sindacalista Aboubakar Soumahoro ha postato su Twitter e Facebook un montaggio fra due spezzoni identici del suo intervento in piazza San Giovanni, nella capitale, durante la manifestazione dei lavoratori ‘invisibili’, tenuta lo scorso 5 luglio. Il primo filmato mostra la versione ‘rieditata’, non l’originale, condivisa sui canali social del leader della Lega Matteo Salvini, in cui accanto alle scritte in sovraimpressione è stato aggiunto il suono dei bonghi, che per chi non lo sapesse sono degli strumenti a percussione di origine africana. Soumahoro condanna il video e annuncia che intraprenderà un’azione legale contro il segretario del Carroccio.

leggi anche l’articolo —> Salvini ciliegie una dietro l’altra mentre Zaia parla, social scatenati: lui si difende [VIDEO]

Salvini bonghi

Salvini bonghi per coprire il discorso di Soumahoro, il sindacalista: «Ci vedremo in tribunale»

«Sen. Matteo Salvini, è sconcertante che un Senatore della Repubblica abbia silenziato, con dei bonghi, il grido di dolore degli invisibili della Whirlpool, dell’ex ILVA, dell’Alitalia, della musica, dello spettacolo, della scuola, riders, braccianti, senza casa, disabili, discriminati e tanti altri che si sono susseguiti sul palco degli #StatiPopolari, lo scorso 5 luglio a San Giovanni a Roma», scrive il sindacalista Aboubakar Soumahoro. «Questa manipolazione ingannevole della realtà, oltre ad inquinare il dibattito pubblico, rende ulteriormente invisibili gli invisibili. Ho dato mandato ai legali di intraprendere ogni azione che possa contrastare, anche legalmente, una propaganda che viola i principi della nostra Costituzione. Ci vedremo in tribunale», ha aggiunto.

Lo scontro a ‘Mezz’ora in Più’, Soumahoro: «Metta gli stivali e venga nei campi con noi»

In passato il sindacalista e il senatore leghista si erano già scontrati. Ospiti al programma tv “Mezz’ora in Più”, da Lucia Annunziata su Rai 3, i due avevano parlato della sanatoria proposta dalla ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, per la regolarizzazione dei braccianti senza documenti per cercare di arginare da un lato il fenomeno del caporalato e, dall’altro colmare la mancanza di lavoratori stranieri per i raccolti nei campi conseguenza dell’emergenza Covid-19. «Non capisco cosa c’entri tutto questo con una sanatoria indiscriminata di centinaia di migliaia di immigrati o con gli sbarchi dei disperati», aveva detto Matteo Salvini. Dichiarazioni a cui Soumahoro aveva replicato con forza: «Le faccio un invito: metta gli stivali e venga nei campi insieme a noi». leggi anche l’articolo —> Salvini mascherina abbassata, il leghista si ostina a non capire: baci e abbracci agli anziani [VIDEO]

 

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

decreto 14 luglio

Decreto 14 luglio 2020, come cambiano le misure anti Covid: cosa non potremo fare ancora

revoca concessione autostrade conte

Revoca concessione Autostrade, Faraone (Iv): “Conte non faccia il Di Battista”